FEBBRAIO 

1 - Buongiorno  per tutto il giorno. “Un gran profeta è sorto in mezzo a noi”. Dio ha visitato il suo popolo" (Lc 7,16).  Questa benedetta visita al popolo si verifica attraverso la Parola liberatrice di Gesù e i miracoli compiuti da Lui. "Ha preso su di sé le nostre infermità, si è caricato delle nostre malattie" (Mt 8,17; Is 53,4). Due miracoli sono compiuti nel Vangelo odierno: la guarigione della donna che aveva perdite di sangue da dodici anni e la risurrezione della figlia di Giairo. Perché si realizzino questi miracoli, Gesù ha osservato la fede, molto importante. Tutti i presenti hanno contemplato le meraviglie di Dio (Mc 5,21-48). La grazia da chiedere è che il Signore aumenti la nostra fede. Nella miseria umana, abbiamo bisogno di Lui.  Buona giornata. 

2 - Oggi è la festa della presentazione del Signore al tempio. È anche detta la festa delle luci (cf. Lc 2,30-32) e dell'incontro. Cristo viene incontro al suo popolo rappresentato dai giusti, il vecchio Simeone e la profetessa Anna (Lc 2,25-38). Gesù è consacrato a Dio dai genitori. Ma sulla croce, Egli stesso si consacrerà al Padre per amore e obbedienza per la salvezza del mondo. L'offerta della Vergine Maria e la profezia di Simeone aprono il cammino verso la Pasqua. Gesù è la fedeltà di Dio, il compimento della speranza e la luce che illumina e guida i popoli. Che dobbiamo fare, noi ricercatori di Dio? Lasciamoci guidare dallo Spirito di Dio al tempio per adorarlo e benedirlo. Lasciamoci anche orientare dalla luce e dallo Spirito nelle nostre azioni in attesa della nostra offerta definitiva per la gloria del Padre.  Buon cammino e felice giornata.

3 - Buongiorno per tutto il giorno. La successione è una legge della natura ed è normale per una continuità. Prima di morire, il re Davide raccomanda al suo figlio di essere forte e di camminare fedelmente nella via del Signore. Così, la promessa fatta alla dinastia di Davide può compiersi (1 Re 2,1-4). Questo è un vero testamento di Davide a Salomone, suo figlio. Per riuscire in tutto quello che deve fare, Salomone deve osservare le leggi del Signore. Nel Vangelo, Gesù si è scelto i dodici; li invia in missione con il potere sugli spiriti immondi. Per mantenere il suo stile di vita, ordina loro la semplicità e fiducia nella provvidenza. Portano un messaggio: la pace (cf. Mt 10,12-13); predicano la conversione,  scacciano i demoni e guariscono gli infermi (Mc 6,7-13). E’ una missione permanente fino alla fine dei tempi. La fedeltà e l'obbedienza ne derivano.  Buona e serena giornata. Buona festa di San Biagio.

4 - Buongiorno per tutto il giorno. In Davide, guerriero e re si evidenzia quello che egli ha fatto per il Signore da lui amato. Davide ha voluto lo splendore per il suo culto e per la sua lode. Si nota la sua fiducia in Dio e l'alleanza conclusa con Lui (cf. Sir 47,2-13). È bello riprendere queste parole del Siracide come programma di vita personale. "In ogni sua opera glorificò il Santo altissimo con parole di lode; cantò inni a lui con tutto il cuore e amò colui che l'aveva creato" (Sir 47,8). Sante parole di sapienza e i verbi usati in questo versetto sono di pienezza: glorificare, cantare e amare. Nel Vangelo, abbiamo due figure che si illuminano l'una nell'altra: Giovanni Battista e Gesù. Giovanni, il giusto e santo è decapitato perché ha condannato la condotta del re Erode. Questo gli ha attirato anche l'odio di Erodiade che gioca sulla debolezza del re per arrivare al suo scopo di fare uccidere il profeta. Ma non si può soffocare la Parola, la voce profetica. Gesù prolunga la predicazione di Giovanni e parla più forte. Come Giovanni è stato odiato e ha conosciuto la passione, la sua uccisione prelude alla passione di Gesù (cf. Mc 6,14-29). Se sei fedele e coerente, conoscerai la stessa fine. È proprio la ricompensa che spetta al servo fedele. Sei pronto a subire anche tu il martirio, anche solo quotidiano?  Buon proseguimento di vita cristiana e buona giornata.

5 - Buongiorno. La preghiera che piace a Dio è chiedere un cuore docile ai suoi comandi. Salomone non chiede a Dio né ricchezza, né salute, né vita lunga, né la morte dei suoi nemici, ma la capacità di governare il popolo di Dio affidato alla sua guida. Dio gli concede al di là del suo desiderio. Gli concede un cuore saggio e intelligente, ricchezza e onori (cf. 1 Re 3, 4-13). Nel Vangelo, c'è un'atteggiamento giusto per chi governa: avere compassione, cioè stare attenti alle necessità degli altri. Questo è vero amore, un amore disinteressato (Mc 6,30-34). Dopo un lavoro impegnativo, c'è anche bisogno di riposo. Gesù lo propone ai suoi discepoli: "Venite in disparte e riposatevi un po' ". Si, ci vuole. Ma è soltanto una breve pausa, perché la gente ha sete della Parola di Dio e ci tiene alla guarigione fisica e spirituale. Mettiamoci a disposizione di Dio per annunciare la sua Parola e per salvare gli altri. Siamo uno strumento prezioso nelle sue mani.  Coraggio.  Buona giornata.

6 - Buongiorno nel giorno del Signore. Nella giornata nazionale della vita,  la liturgia odierna ci mette davanti agli occhi la nostra vocazione e la nostra missione. Il profeta Isaia ci introduce prima in una visione per contemplare la gloria di Dio e lasciarci invadere dalla sfera divina (Is 6,1-7). Dal santuario celeste uscì una voce: "chi manderò e chi andrà per noi?" La risposta è la prontezza a partire: Eccomi, manda me (cf. Is 6,8). Nel Vangelo, Gesù prepara i cuori a capire la sua presenza e la missione alla quale ci associa. Gli esperti del mare e della pesca faticano tutta la notte invano, cioè, senza risultati. Sulla Parola di Gesù e con la sua presenza, tutto è possibile. La pesca diventa fruttuosa. Promettendo a Pietro di diventare pescatore di uomini, Gesù assegna così una missione: dare la propria vita, sostenere i fratelli con la sua Parola, orientarli verso il regno dei cieli. I testimoni della pesca miracolosa capiscono che c'è con loro un uomo eccezionale.  "Lasciarono tutto e lo seguirono" (Lc 5,11). È un incontro che colpisce, trasforma e attira. Testimoni e difensori della vita, scegliamo sempre la vita e seguiamo la vita, Gesù Cristo.  Buona e felice domenica.

7 - Buongiorno per tutto il giorno e buon inizio settimana. Nella prima lettura odierna si legge il valore del tempio, segno della presenza di Dio che vi stabilisce la sua dimora e la sua gloria. L'uomo verrà nel tempio per incontrare il suo Dio ed entrare in comunione con lui (1 Re 8, 1-7.9-13). Nel Vangelo, è il Signore che viene incontro a noi uomini segnati dalla sofferenza e provati dalle malattie per risanare il nostro corpo e il nostro spirito. In Gesù abita la forza risanatrice e il mondo risanato. Le guarigioni sono il segno che a partire da Gesù Cristo incomincia una realtà nuova. Gesù porta su di sé le nostre infermità e si carica dei nostri peccati. Toccare la frangia del mantello di Gesù per guarire (cf. Mc 6,54-56) è una grazia da chiedere sempre ed è anche il mio augurio per ciascuno di noi.  Radiosa giornata.

8 - Buongiorno del buon mattino. Scoprire il segreto della vita è una grazia. Alzare gli occhi verso Dio è una benedizione e una sapienza. Salomone lo fa riconoscendo la bontà e la fedeltà di Dio nella sua preghiera a Dio nel tempio, luogo della sua presenza e della sua gloria. Non c'è un Dio uguale al Dio di Israele che mantiene l'alleanza e la misericordia con chi cammina davanti a lui con tutto il cuore (1 Re 8,22-23.27-30). Camminare davanti a Dio con umiltà è quello che gli piace e non la pratica esteriore della legge (tradizione), la mondezza esterna dei farisei e l'autostima piena di ipocrisia (Mc 7,1-13). Cerchiamo di evitare di onorare Dio soltanto con le labbra (cf. Mc 7,6-7; Is 29,13). Chiediamo la grazia della "circoncisione del cuore" per vivere di Dio nell'obbedienza e in piena comunione con Lui. Radiosa giornata.

9 - Buongiorno per tutto il giorno. La sapienza è un dono di Dio. Salomone l'esercita con diritto e giustizia per governare il popolo di Dio, amato da Lui. Questa sapienza è motivo di lode a Dio da parte della regina di Saba che viene da oltre i confini di Israele (1 Re 10,1-10). La regina disse a Salomone: "Beati i tuoi uomini, beati i tuoi servi che stanno sempre alla tua presenza e ascoltano la tua sapienza. Sia benedetto il Signore, tuo Dio..." (1 Re 10,8-9). La sapienza di Gesù Cristo supera quella di Salomone. Lui non si ferma come gli uomini sulla così detta 'contaminazione esteriore', ma fa l'elenco della 'contaminazione interiore'. Dal cuore infatti vengono cose malvagie e intenzioni cattive come la fornicazione, i furti, omicidi, adulteri, cupidigia, malvagità,  inganno, impudicizia, invidia, calunnia, superbia, stoltezza. Tutte queste cose contaminano l'uomo (cf. Mc 7,21-23). Entriamo in noi stessi per vedere dove dobbiamo lavorare di più per lasciare il nostro cuore libero per amare Dio e dedicarlo totalmente a Lui, e anche lasciarlo puro per la limpidezza.  Buona giornata.

10 - Buongiorno. Salomone si lascia corrompere a causa della ricchezza simboleggiata dal numero delle sue donne straniere che l'attirano verso altri dei. Il suo cuore è perverso, traviato. Non è più tutto del Signore come era il cuore di suo padre Davide pur nel suo peccato. Salomone dunque fece quanto è male agli occhi del Signore e non fu più fedele come lo era stato Davide. Non osservò quanto gli aveva comandato il Signore. Nello sdegno, viene punito da Dio (1Re 11,4-13). Il Vangelo presenta invece sempre una straniera, pagana che, per la sua fede in Cristo, ottiene la guarigione e la liberazione dal male di sua figlia (Mc 7,24-30). Mantienici Signore fedeli alla tua alleanza con noi, fedeli e costanti anche nella nostra chiamata. Donaci la grazia di perseverare nella preghiera quando siamo duramente provati nella vita e quando ci troviamo all'estremo nelle difficoltà, confidiamo ancora nel Signore. Buona giornata.

11 - Buongiorno per tutto il giorno.  Oggi è la memoria della Beata Vergine Maria di Lourdes. Il messaggio di Lourdes, diventato luogo di pellegrinaggio, consiste nel richiamo alla CONVERSIONE, ALLA PREGHIERA E ALLA CARITÀ. Oggi è anche la festa dell'ammalato che aspetta sempre la consolazione di Dio, la vicinanza e il soccorso degli uomini. Aiutando i fratelli che sono nel bisogno, possiamo realizzarci noi stessi e ricevere la benedizione di Dio. Siamo vicini a chi soffre moralmente e fisicamente. Dio susciti in lui la speranza di una guarigione e gli dia la forza di sopportare con coraggio il peso della croce che porta imitando Cristo. Il Dio di ogni consolazione sia con voi (cf. Is 52,9; 2 Co 1,3-4).  Felice giornata.

12 - Buongiorno del buon mattino. Abbandonare il Signore è un peccato. Offrire sacrifici ad altri dei è abominio (1 Re 12,30; 13, 21-22). Avere una condotta perversa è il peggiore dei peccati che si può commettere (1Re 13,34). Il salmo 105 ci fa sentire la coscienza di un popolo che ha peccato e della comunità consapevole di come gli antenati si sono allontanati da Dio e dalle sue vie. Il Vangelo ci presenta un Dio, pastore che ha sempre compassione. Il popolo ha fame. La compassione è alla base dei miracoli in favore del popolo (Mc 8,1-10). La moltiplicazione dei pani nel deserto è un segno. Prefigura l'Eucaristia, Gesù Cristo stesso, che ci nutre e ci sostiene nel nostro cammino quotidiano verso il regno. Non ci abbandona mai. Confidiamo solo in Lui.  Buon fine settimana e Radiosa giornata.

13 - Buongiorno nel giorno del Signore. Il mondo odierno è pieno di compromessi. Tanta gente si dà da fare per avere appoggi umani. Confidano in chi ha il potere e la ricchezza. Pensando d’essere intelligenti, mettono di proposito Dio da parte e il Vangelo. Questo fatto descritto si era già verificato all'epoca del profeta Geremia che affermava: "Maledetto chi confida nell'uomo". C'è però chi mette la sua fiducia in Dio (Gr 17 5-8). Il salmo 1 prolungando questa riflessione fa un magnifico paragone tra l'uomo che teme il Signore e l'albero piantato lungo il corso d'acqua che cresce. Porterà sempre frutti. Il Vangelo afferma anche quanto detto sopra. Il regno di Dio è per chi si affida a Dio e un guaio per chi se ne frega e si allontana (Lc 6, 20-26). Chi ha orecchi intenda.  Buona e Santa domenica.

14 - Buongiorno per tutto il giorno e buon inizio settimana.  La vita dell'uomo è preziosa, fatta di successo e di prove. Le prove non devono abbatterci, ma invitarci a vivere con fede e perseveranza.  Avendo la fede, chiederemo l'essenziale: la sapienza per discernere il bene e non desiderare le cose mondane, senza valore e che passano (cf Gc 1,2-10). Avere la sapienza è mettersi sotto la guida di Dio e camminare per le sue vie (insegnamento). Essere sapiente è credere in Gesù Cristo, avere una disposizione interiore per capire i suoi segni (Mc 8,11-13). Apri, Signore, il mio cuore perché possa convertirmi e credere al Vangelo (cf. Mc 1,15), ma anche nel vero amore che dobbiamo esaltare specialmente oggi per il mondo, giorno di San Valentino. Che i santi Cirillo e Metodio, due fratelli, intercedano per noi affinché rimaniamo radicati nella fede che hanno predicato.  Felice e radiosa giornata.

15 - Buongiorno. Abbiamo fatto un giorno l'esperienza della tentazione. Dio non tenta nessuno perché da lui viene Gesù, dono perfetto, che ha sconfitto il maligno che lo tentava nel deserto. La tentazione, se è sopportata con fermezza è una prova che Dio ricompenserà "con la corona della vita" (Gc 1,12-18). Gesù rimprovera i suoi discepoli tentati e caduti nell'incredulità. Questi sono preoccupati dai beni materiali, il pane, necessario e indispensabile per la vita, ma devono piuttosto fidarsi di Dio e nella sua provvidenza. Per Gesù, bisogna guardarsi dal lievito, dall'ipocrisia, dalla corruzione e dall'incredulità dei farisei e di Erode (Mc 8, 14-21). Allora, la vita cristiana può avere un senso e svolgersi nella limpidezza e verità.  Buona giornata.

16 - Buongiorno.  La Parola di Dio feconda la vita degli uomini. Seminata nei cuori, li trasforma e porta frutti attraverso le buone opere. Tra queste, dobbiamo contare il freno della lingua, il dominio dell'ira, la premura per quanti soffrono, sopratutto gli orfani e le vedove, l'attenzione a non lasciarsi contaminare dal mondo e dal peccato (Gc 1, 19-27). Invece, il contatto con Gesù opera miracoli (Mc 8,22-26) e quindi è necessario. Al contatto con Dio, c'è un solo desiderio: "abitare la sua tenda". Da lì, un certo comportamento è indispensabile: "temere Dio, camminare senza colpa, agire con giustizia, parlare lealmente, non calunniare nessuno, non fare danno al prossimo, non insultare il vicino, prestare il denaro senza fare usura, non accettare regali contro l'innocente (cf. Sal. 14,2-5). Chi agisce così, come non può sussistere ed essere benedetto?  Buon cammino anche a te e radiosa giornata.

17 - Buongiorno per tutto il giorno.  L'apostolo San Giacomo istruisce la sua comunità e la educa alla vera fede. Parla della ricchezza e della povertà, dei ricchi e dei poveri. La ricchezza ha sempre un gran fascino e la gente ci casca. La scelta della povertà non è facile e naturale. Non è di tutti. E tanti non la preferiscono alla ricchezza. Eppure è il vero orientamento a cui siamo chiamati. La povertà secondo il Vangelo è una forma di amore di Dio ed è una prova della fede (Gc 2,1-9). In Gesù povero ed umile, Dio è glorificato. Pietro lo riconosce come Cristo, ma non conosce il suo destino e non accetta un Cristo sofferente, rigettato, che deve subire la passione e l'uccisione prima di risorgere. Gesù deciso riprende Pietro con energia e lo tratta da Satana perché il suo ragionamento non raggiunge la volontà di Dio (Mc 8,27-33). Allontana da noi Signore le preferenze tra le persone e il favoritismo.  Convertici e noi vivremo meglio.  Buona giornata.

18 - Buongiorno per tutto il giorno.  Siamo oggi alla scuola della fede in Gesù che ci invita a seguirlo sulla strada della passione per meritare di risorgere con lui ed essere glorificato (Mc 8,34-39). Il discepolo di Cristo dev'essere coraggioso nel consegnare la sua vita come Gesù l'ha fatto sulla croce per la salvezza del mondo. Bisogna dare una bella testimonianza per entrare nella gloria. Voler salvare la propria vita sarebbe cadere nel fallimento e nell'egoismo. La fede giustifica la persona e questa fede si manifesta attraverso le opere. La fede produce uno stile di vita concreta che la conferma. L'apostolo San Giacomo dà un esempio concreto di una fede operosa: aiutare un fratello, vestirlo, dargli da mangiare. Questa è una fede fattiva da imitare (Gc 2,14-24.26).  Buona giornata.

19 - Buongiorno per tutto il giorno. L'insegnamento di San Giacomo apostolo porta sull'uso della lingua. "Se qualcuno non manca nel parlare, è un uomo perfetto" (Gc 3,2). Controllare la sua lingua, sorvegliare i propri discorsi è segno di padronanza della sua persona ed è un ammonimento importante per quelli che insegnano; è anche attuale per ogni persona (Gc 3,3-10). Nel Vangelo, quando Dio parla, è una rivelazione e una nuova creazione (Mc 9,7 "questi è il figlio mio, l'amato, ascoltatelo"). E quando Pietro parla, è l'espressione di ammirazione, di contemplazione della gloria di Dio (Mc 9,1-12). Il credente deve fare uno sforzo nella vita per domare la sua lingua. Con la lingua benediciamo Dio. Con la stessa lingua, non malediciamo i fratelli. Apriamoci piuttosto alla lode e a cantare le meraviglie di Dio. Buona giornata.

20 - Buongiorno nel giorno del Signore. Un cristiano è un essere vivo, trasformato dalla grazia e dallo Spirito Santo. È diverso dagli altri perché tende sempre alla perfezione. Perciò, è invitato ad amare anche i suoi nemici, a fare del bene a quanti l'odiano, a benedire quelli che lo maledicono, a dare in prestito senza aspettarne nulla, a esercitare la misericordia, a perdonare e a pregare per i suoi persecutori. A Dio solo appartiene il giudizio e la condanna. L'uomo deve solo camminare umilmente e con rettitudine alla sua presenza (Lc 6,27-38). È una ragione sufficiente per benedire il Signore (sal 102,1-8).  Buon cammino e Santa domenica.

21 - Buongiorno per tutto il giorno.  "Tutto è possibile per chi crede" (Mc 9,23b). Quest'affermazione si applica ai discepoli di Gesù che non hanno potuto scacciare il demonio per mancanza di fede, perché non sanno pregare. Dovevano pregare per operare il miracolo. Si applica anche positivamente al Padre del ragazzo posseduto che afferma di credere ma chiede a Gesù di aumentare la sua fede. Il risultato della fede si verifica (Mc 9,25b-27). Dalla guarigione fisica del figlio ricercata, si è passato alla guarigione spirituale del padre (Mc 9,22b-24). Dove c'è gelosia e Spirito di contesa, c'è disordine e ogni sorta di cattive azioni (Gc 3,14) e quindi, non c'è fede. La sapienza invece che viene dall'alto è pura, pacifica, mite, arrendevole, piena di misericordia e di buoni frutti, senza parzialità e ipocrisia (cf. Gc 3,17). Solo il credente la possiede e la dobbiamo sempre implorare con questa preghiera:  Signore, "abbi pietà di noi e aiutaci" (Mc 9,22b).  Buon inizio settimana e Felice giornata.

22 - Buongiorno per tutto il giorno.  Nella festa della Cattedra di San Pietro apostolo, è doveroso pregare per tutti quelli che hanno la responsabilità sulle persone come l'ha fatto Gesù per Pietro. Ha detto a Pietro: "Ho pregato per te, che non venga meno la tua fede e tu, una volta ravveduto, conferma i tuoi fratelli" (Lc 22,32 ). A tutti i pastori della Chiesa, Pietro a sua volta dice: "Pascete il gregge affidato a voi ... non per interessi, ma con tanta generosità, cercando di diventare sempre modelli del gregge per ricevere alla fine un premio (cf. 1 Pi 5,1-4). Così non sono padroni, ma servitori che devono sempre professare la fede in Gesù e dedicare la loro vita per amore imitando il maestro e Signore. Solo così si entra in piena comunione con Dio e si riceve da lui un incarico, una missione (Mt 16,16-19). Buon proseguimento nella vita e felice giornata.

23 - Buongiorno.  Oggi è la memoria di San Policarpo martire. Il martirio di un cristiano è uno dei segni della maturità della sua fede in Cristo. La tribolazione attende i discepoli del Signore (Ap2,8-11). Chi intende servire Gesù deve mettersi alla sua sequela, cioè partecipare alla sua passione e alla sua morte, ma che finalmente diventa feconda. Chi dona la propria vita per amore di Cristo e del Vangelo è onorato dal Padre (Mc 12,24-26). A chi rimane fedele, Gesù consegna una corona di vita (Ap 2,10). È bellissima la testimonianza di San Policarpo quando dice: "Da ottantasei anni io servo Cristo e non mi ha fatto alcun torto. Perché dovrei rinnegare il mio re, il mio Salvatore?" IMITALO ANCHE TU NELLA TUA VITA.  Buona giornata.

24 - Buongiorno per tutto il giorno. San Giacomo apostolo e il salmo 48 ci parlano non solo del pericolo della ricchezza, ma anche dell'autostima esagerata. Il salmo 48 in specie ci fa riflettere. Dice: Ecco la sorte di chi confida in se stesso, la fine di chi si compiace dei propri discorsi... Sarà loro pastore la morte, gli inferi saranno la loro dimora… Quando muore, con se non porta nulla ne scende con sé la sua gloria (sal 48,14-15.18). Per entrare nella vita eterna, bisogna essere caritatevoli, consentire dei sacrifici e togliere tutto quello che ci ostacola per proseguire il nostro cammino verso il regno di Dio. La vita secondo il Vangelo è impegnativa, una cosa seria (cf. Mc 9,41-50).  Coraggio a tutti noi e felice giornata.

25 - Buongiorno per tutto il giorno. "Non lamentatevi fratelli, gli uni degli altri, per non essere giudicati" (Gc 5,9). Non è bene diventare "criticoni", campioni di lamentele non vedere soltanto cose negative degli altri. Bisogna anche sapere apprezzarli. Chiediamo questa grazia. Il Vangelo di oggi è attuale. Non è lecito divorziare secondo Gesù. Dice che se Mosè ha concesso di dare "un atto di ripudio", era per la "durezza del cuore” che è l'incapacità di entrare nel piano di Dio,   l'incapacità di penetrare nel suo disegno originale. È Lui che ha istituito il matrimonio, vincolo indissolubile tra l'uomo e la donna (cf. Mc 10,1-12; Gn 1,27-28; 2,24). Divorziare è quindi una grande tentazione, una prova. In mezzo alle prove, il discepolo di Cristo non deve perdere la fiducia e la pazienza. Deve affrontarle e lasciare Dio fare la sua parte. Modello di fiducia in Dio e di perseveranza è Giobbe. Non è stato mai deluso in vita sua (Gc 5,10-11). A queste riflessioni, uniamoci in preghiera per la pace in Ucraina. La guerra crea solo disagi, rancori, angoscia, paura e povertà. Cerchiamo di vivere anche noi in pace e proseguiamo l'ispirazione dei figli di Dio per vivere tutti in sicurezza e in modo dignitoso.  Radiosa giornata.

26 - Buongiorno. San Giacomo apostolo non finisce di stupirci con i suoi insegnamenti. Parla della preghiera nel momento del dolore, della lode nei momenti della gioia, della preghiera degli anziani sull'ammalato per guarire fisicamente ma soprattutto spiritualmente, della confessione dei peccati se si è nella colpa, della preghiera insistente e della carità che consiste a ricondurre il peccatore sulla retta via, la via del bene. Giacomo insiste sulla preghiera sull'ammalato. La preghiera fervente condurrà il malato credente, anche i membri della comunità cristiana che lo trasportano a sperare sempre la vita eterna (Gc 5,13-20) riservata a quelli che assomigliano ai bambini. Questi sanno, con la loro innocenza, accogliere o meglio ricevere il dono della grazia (Mc 10 13-16). A voi è rivelato oggi il mistero del regno. Accoglietelo.  Buon fine settimana e buona giornata.

27 - Buongiorno nel giorno del Signore.  Il Signore ci chiama oggi alla conversione. Ci invita a fare l'introspezione perché spesso, siamo maestri per correggere e riprendere gli altri. Siamo duri nel giudicare gli altri e molto teneri quando si tratta di noi stessi. Ci vuole coraggio e tanta umiltà per riconoscere i nostri limiti. Gesù ci invita a preoccuparci della nostra perfezione, di parlare quando si deve, di stimare gli altri ed essere oggettivi nella correzione fraterna (Lc 6, 39-45).  Felice e Santa domenica.

28 - Buongiorno e buon inizio settimana. Con il Vangelo odierno, siamo davanti a una scelta da fare: Gesù oppure la ricchezza. Bisogna scegliere, accogliere e preferire Gesù alla ricchezza, ai tesori del mondo. Bisogna avere il coraggio di vendere quello che abbiamo per metterci alla sequela di Cristo. Questo comando è capitale e salutare per i credenti: obbedire a Cristo per ereditare la vita eterna e camminare nella via della perfezione: "Osserva i comandamenti" (Mc 10,19); "va, vendi quello che hai, dallo ai poveri e avrai un tesoro in cielo. Poi vieni e seguimi" (Mc 10,21). Non essendo pronto e preparato alla rinuncia, ai sacrifici, il giovane, alla risposta di Gesù rimane deluso, triste e afflitto (cf. Mc 10, 22). Benedetto Dio che ci viene incontro e ci solleva. Nella sua misericordia ci ha rigenerati per una viva speranza, per una eredità che non si corrompe (cf. 1Pi 1.3-4a).  Buona e radiosa giornata.

 

———— 

AMICI ON LINE

Via Dante 1

21050 - CASTELSEPRIO (VA)

 

Codice Fiscale 91063050123

 

< Il Consiglio Direttivo >

Dr.ssa Graziani Cinzia - Presidente

Rebbia Emilia - Vice Presidente

Zaffaroni Annamaria - Tesoriere

Banfi Giordano - Segretario

Colombo Antonio - Consigliere

Gallazzi Franca Rosa - Consigliere

Milazzo Lucia - Consigliere

_______________________

 

E- mail:  info@asbdoncrispino.org

 

Sito web e FaceBook: www.asbdoncrispino.org 

 

Telefoni: 

Collaboratori:

Anna tel. 3933659049 

Antonio tel. 3280827857

Emilia tel. 3491354591

Giordano tel. 3334380903

__________________________

 

 

C.F.  91063050123

 

Coordinate bancarie:  

 

BPER Banca

filiale di Cairate (VA) 

IBAN: IT 37 L 05387 50050 0000 4246 1300

intestato a:
"Associazione Amici Sostenitori dei Bambini di Don Crispino Odv"

  

 

 

Modalità di erogazione:
Il donatore, per ottenere un risparmio d’imposta

(da detrazione o da deduzione),
deve effettuare l’erogazione tramite mezzi rintracciabili: Bonifici o assegni.
La donazione in contanti non consente alcuna agevolazione fiscale.