GENNAIO 

1 - Buongiorno per tutto il giorno. Un anno nuovo comincia, un anno ci è regalato da Dio, un anno pieno di opportunità e di sorprese. Abbiamo ricevuto ciascuno un quadro con una tela speciale da dipingere. Usiamo i colori vivaci della vita per essere felici e per fare ammirare la nostra opera. L'opera di Dio, siamo noi. Abbiamo ricevuto anche un quaderno vuoto nel quale dobbiamo scrivere la nostra storia e quella dell'umanità. Scriviamo bene dentro senza sprecare spazi e tempo. Nel rapportarsi con gli altri che incontriamo o con cui viviamo, impariamo a dialogare per vivere in pace. È il messaggio di capo d'anno. L'avventura di questo anno, la facciamo con Dio. Così sarà un'avventura sacra, un'avventura divina. Il Signore ti benedica e ti protegga, il Signore faccia risplendere il suo volto su di te e ti faccia grazia, il Signore rivolga il suo volto su di te e ti conceda pace. (Num 6,24-26). Felice giornata e Buon anno 2022.

2 - Buongiorno nel giorno del Signore. Nella gioia di Natale, il Verbo incarnato si rivela a noi come Sapienza che ha preso dimora in mezzo agli uomini. Ha posto le sue radici in mezzo a un popolo glorioso. La sua gloria inonda la terra (cf. Gv 1,14; Sir 24,11-12). Lui è la vita degli uomini, la luce che illumina ogni uomo (Gv 1,4.9) in modo che gli uomini possano aderire a Lui. Benedetto Dio. Ci ha scelti prima della creazione del mondo per essere santi e immacolati nell'amore. Ci ha predestinati ad essere figli adottivi in Cristo; Siamo chiamati alla speranza e alla gloria per godere un giorno dell'eredità fra i santi (cf. Ef 1,3-5.18). Che grandezza! In Gesù incarnato, abbiamo ricevuto grazia su grazia (Gv 1,16). E quindi tutto. Che possiamo desiderare di più? Perché allora vivere tristi, preoccupati, distrutti? Entriamo e viviamo nella gioia e nella pace di Dio. L'anno nuovo ne è una opportunità.  Buona e Santa domenica.

3 - Buongiorno del buon mattino.  Collegati a Dio, abbiamo la vita; viviamo liberi, operiamo la giustizia e siamo figli in grado di allontanare il peccato. Il nostro scopo è di conoscere Dio e la nostra speranza e di vederlo un giorno faccia a faccia. (cf. 1 Gv 2,29-3,6). Questo desiderio ci impegna a comportarci ogni giorno con dignità, come figli e non come mercenari. Chi è collegato a Dio rimane in Lui. È umile, sa riconoscere la grandezza degli altri e leggere i segni dei tempi, parla bene degli altri, indica come Giovanni Battista Gesù che passa e gli dà una buona testimonianza (Gv 1,29-34). Trasformati e illuminati dal Verbo di Dio che si è fatto carne, seguiamolo e serviamolo nella fedeltà.  Buon inizio settimana e Buona giornata.

4 - Buongiorno per tutto il giorno. Lasciare per aderire (seguire). Questo è il procedimento per diventare un vero discepolo. E ci sono delle domande per iniziare un rapporto personale attraverso un dialogo. L'uomo è in cerca di una stabilità, di un seme divino che lo stabilisca profondamente nell'essere misterioso, Dio. "Che cosa cercate?", disse Gesù ai due primi discepoli. "Maestro, dove abiti?", chiedono. "Venite e vedete" (Gv 1,35-42). Siamo chiamati a fare la nostra propria esperienza per essere convinti di aderire. Il percorso obbligatorio da fare per un discepolato è questo: ASCOLTARE, DISCERNERE, PRENDERE UNA DECISIONE DI FARE UNA SCELTA, ADERIRE,  SEGUIRE.  Buon proseguimento della vita cristiana e Felice giornata.

5 - Buongiorno. Il salmo 99,3 ci invita a riconoscere Dio come l'unico Dio. Lui ci ha creato per amore e per dimorare nell'amore. Dio è amore. Gesù ce lo rivela ed è l'insegnamento della chiesa, la sua ricca eredità. Chi ama ha la vita, gioisce e rispetta la vita degli altri, non odia, viene incontro al fratello, offre la sua vita per gli altri, è passato dalla morte alla vita (1Gv 3,11-21). Chi ama aderisce a Gesù senza porre delle condizioni. Chi ama non disprezza l'origine e l'identità di nessuno, perdona e, come Gesù, rassicura una promessa: accederà alla conoscenza di Gesù e vedrà il cielo aperto e gli angeli salire e scendere sopra il figlio dell'uomo (Gv 2,51). Che bello aspirare a questo desiderio che ci mette in comunione con la divinità!  Felice giornata.

6 - Buongiorno nel giorno della manifestazione di Gesù a noi e alle nazioni. L'epifania è la festa della luce. La Stella che porta a Gesù illumina e guida i re Magi (Mt 2,2.9b-10). L'epifania è la festa dell'unità. I re Magi s'incamminano insieme per andare da Gesù. L'epifania è la festa dell'universalità (Mt 2,1). Tutti sono chiamati alla salvezza ed a partecipare alla stessa eredità (Ef. 3,6). L'epifania è anche la festa della gioia. Ricercatori di Dio (Mt 2,2), siate felici di vedere la sua Stella, di cominciare un cammino, d'incontrare Gesù; di riconoscerlo per adorarlo (cf. Mt 2,1-12). I re Magi vengono da lontano. I più vicini (i sommi sacerdoti e gli scribi) hanno gli occhi chiusi. Vivono nell'ignoranza e nell'indifferenza pur conoscendo la  Sacra scrittura ... non si muovono per andare a Betlemme. È una cosa curiosa. Che distrazione! (Cf. Mt 2,4-6). Tu alzati. Rivestiti di luce (splendore). La gloria del Signore è sopra di te (Is 60,1.2b)). La fede ci guida tutti. Tutti convergiamo verso Gesù, Re dei Re, portando ciascuno i suoi doni (Mt 2,11). Che cosa abbiamo che non abbiamo ricevuto? Apriamo il nostro cuore, e con umiltà, contempliamo Dio in Gesù e adoriamolo. Buona e radiosa giornata.

7 - Buongiorno per tutto il giorno. "Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce" (Is 9,1). Questa profezia di Isaia si realizza in Gesù, vera luce del mondo, gioia e salvezza dei popoli. Lui richiama la gente alla luce e alla vita attraverso la via della conversione: "Convertitevi perché il regno di Dio è vicino" (Mt 4,15-17). Questo invito di Gesù sarà accompagnato dalle guarigioni e prodigi che portano a credere. Una ragione di più per sperare in una vita nuova. "Dio ha visitato e redento il suo popolo" (Lc 1,68). Dimoriamo in lui e lui in noi se mettiamo in pratica il suo comandamento di credere in Gesù Cristo e di amarci a vicenda (cf. 1 Gv 3,23-24). Non ci sono commenti. Bisogna solo agire per vivere tranquilli e sereni. Buon cammino di fede e buona giornata.

8 - Buongiorno del buon mattino. Dio è amore. Siamo alla scuola di Dio. Si impara l'amore, si parla dell'amore, si insegna l'amore e si vive dell'amore. Il mistero dell'amore è grande sicché niente tenga senza l'amore. Chi ama è nato da Dio, appartiene a Dio e conosce Dio (cf. 1Gv 4,7-10). L'amore è la missione di Gesù. Si consegnerà alla morte di croce per amore (1Gv 4,10). Gesù, nel Vangelo, provvede alle necessità delle folle mostrandosi pastore e nuovo Mosè. Rinnova il miracolo della manna nel deserto, prefigura l'Eucaristia che sosterrà il cammino dei discepoli nella Chiesa (cf. Mc 6, 34-44). Insegnaci, Signore le tue vie e sazi la nostra fame. Donaci te stesso. Così vivremo.  Buona e felice giornata.

9 - Buongiorno nel giorno del Signore. "Ecco il mio servo, il mio eletto in cui mi compiaccio" (Is 42,1ab). Nel giorno della festa del battesimo del Signore, Dio si manifesta ancora al mondo. La profezia di Isaia ritrova un eco nella voce celeste del Vangelo di Luca: "Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto" (Lc 3,22b). Ho posto il mio Spirito su di Lui (cf. Lc 3,22a; Is 42,1c). Annuncerà la Buona Novella per compiere il disegno della salvezza (cf. Lc 3,16) ed eserciterà il giudizio sui popoli (cf. Lc 3,17). Rinnoviamo oggi l'impegno del nostro battesimo rinunciando al male (cf. Ti 2,11-12) ed aderendo a Gesù Cristo con la luce sempre accesa e la veste bianca, candida. È una vera dignità, ma anche una grande responsabilità. Cristo ci rinnovi con il ricordo del giorno del nostro battesimo e ci preceda per illuminare il nostro cammino.  Santa e felice domenica.

10 - Buongiorno e buon inizio settimana. Il Vangelo della vita è convertirsi, cambiare totalmente la propria vita e credere in Gesù, cioè accettarlo, diventare suo discepolo, amico e fratello (cf. Mc 1,15-20). Gesù comincia la sua vita pubblica chiamando i primi discepoli e invitandoli a seguirlo per fare di loro pescatori di uomini (Mc 1,17) e condividere la stessa missione. La prontezza nel rispondere "si" alla chiamata (Mc 1,18.20) manifesta la grazia ricevuta, l'urgenza della missione e la libertà di fronte alle cose materiali e ai legami famigliari. Tutto è un dono di Dio. Sopportare le offese ricevute è anch’essa una grazia (cf. 1 Sam 1,6-8). All'inizio del nuovo itinerario di fede nel tempo ordinario, Dio ci chiama e ci educa alla vita di fede. Buon cammino accompagnati dall'evangelista San Marco.  Radiosa giornata.

11 - Buongiorno per tutto il giorno.  Davanti alla maestà divina e alla sua santità, il regno del male non può sussistere. Lo spirito immondo percepisce la presenza del Salvatore e reagisce per dissimularsi. Gesù Cristo mandato dal Padre per salvare l'uomo deve giustamente rovinare il diavolo e il suo regno per liberarlo. Gesù esercita la sua autorità con l'insegnamento e l'espulsione dei demoni (cf. Mc 1,21-27). La Parola purifica, la Parola salva. Accogliamo con docilità questa Parola che libera e rigenera. Effettivamente, la parola del profeta Elia a Anna cambiò il suo volto. Disse: "Va in pace e il Dio di Israele ti conceda quello che gli hai chiesto" (1 Sam 1, 17). Dio ascolta il grido di chi si rivolge a lui con fiducia (1 Sam 1,10; cf.  Sal 120,1; 121,1-2; 86,1.3.7; 129,1-2). Sia anche così per noi oggi e sempre.  Buona giornata.

12 - Buongiorno.  Nella lettura continua, vediamo l'itinerario di fede di Anna. Ha promesso a Dio e realizza la sua promessa: offre Samuele al servizio di Dio (1 Sam 3,1a). Ma Samuele deve fare il suo percorso perché la vocazione è personale. Dio chiama per una missione. E l'uomo deve dare la sua risposta. Quella di Samuele è la sua totale disposizione all'ascolto. "Parla, Signore, il tuo servo ascolta" (1 Sam 3,10). La parola accolta sarà trasmessa fedelmente divenendo così depositario della Parola (1 Sam 3,19-20). Tra i segni del compimento del regno di Dio in mezzo al mondo, c'è l'annuncio, da parte di Gesù, di questo regno con la Parola. Gesù compie miracoli, scaccia i demoni, annunzia il Vangelo e prega. Ha successo (Mc 1,37). Con la sua forza e la sua grazia, il discepolo deve riprodurre i suoi gesti e le sue parole. Il suo stile è di fare arrivare a tutti il Vangelo della vita e della salvezza e di alleviare la sofferenza degli uomini (cf. Mc 1,38-39). Bella missione quella di lodare Dio per il suo ministero di consolazione.  Buona e felice giornata.

13 - Buongiorno per tutto il giorno. La fedeltà a Dio manifesta l'attaccamento a Lui e l'arca dell'alleanza è il segno della sua presenza in mezzo al popolo. È una follia ricorrere solo al Signore nel bisogno. Non ha neanche senso (cf. 1 Sam 4,1-11). Eppure il Vangelo odierno ci presenta un lebbroso, tipico simbolo di malattia e d'impurità. Supplicando, Gesù lo guarisce fisicamente in vista anche della purificazione totale. Lo reintroduce nella società e gli permette di esercitare il suo diritto di lodare Dio nell'Assemblea dei credenti (Mc 1,40-44). Con questa guarigione, il regno di Dio annunciato è visibile realmente. Noi lebbrosi, gridiamo a Dio e lui esaudirà il desiderio del nostro cuore.  Buona e radiosa giornata.

14 - Buongiorno del buon mattino. La storia si ripete. L'uomo non è mai contento di quello che ha. Vuole vivere come gli altri paragonandosi a loro. Questo fatto lo frega e lo conduce al peccato. Così è successo per Israel caduto nell'infedeltà chiedendo un re abbandonando così il vero re di Israele (1 Sam 8, 4-7.10-22). Ma tra le vicende, le peripezie della vita e l'infedeltà del popolo di Dio e della successione regale, Dio susciterà il vero re di Israele che sarà anche il re dell'universo: Gesù. Quando esercita il suo ministero di consolazione sul paralitico, la sua parola scandalizza. È proprio figlio di Dio e il miracolo lo conferma (Mc 2,1-12). Vedendo la fede dei portatori, Gesù compie il miracolo che fa incantare tutti.  Buona e radiosa giornata.

15 - Buongiorno e buon fine settimana. Con l'olio, Samuele unge il capo di Saulo e lo consacra come re di Israele. Avrà come missione di liberare il popolo di Dio dalle mani dei nemici (cf. 1 Sam 9,1-4.10.17-19). Nel Vangelo, Gesù chiama Levi, un pubblicano, che abbandona il banco delle imposte per seguirlo. Il banchetto che egli offre è un segno della gioia della sua conversione e della sua fede in Gesù Cristo. La risposta di Gesù ai commensali sottolinea la sua missione: È stato mandato da Dio per salvare i peccatori (Mc 2,13-17). Che ognuno entri in se stesso per scoprire il perché della sua esistenza e quale sia la sua missione nel mondo. Buona giornata e buon proseguimento della vita.

16 - Buongiorno nel giorno del Signore. Il Dio dell'alleanza ama il suo popolo e si dona, come lo sposo, corpo e anima per il suo bene (cf. Is 62,1-5). Questo popolo ha bisogno di vivere bene e di sperimentare la presenza e la vicinanza del Signore. La Madre di Gesù, sempre presente e attiva nella vita quotidiana della chiesa, intercede e orienta le azioni degli uomini che devono obbedire al comando di Dio. "Fate quello che vi dirà" (Gv 2,5). A questo punto e a questa condizione, la gioia è possibile e la celebrazione, solenne (cf. Gv 2,1-11). Tutto è orientato per credere e cantare ogni giorno le meraviglie del Signore. Il rendimento di grazie diventa un'atto costitutivo della vita di ogni credente (cf. sal 95).  Buona e Santa domenica.

17 - Buongiorno per tutto il giorno e buon inizio settimana. Dio amore si è legato all'uomo perché ha voluto stabilire un rapporto d'alleanza con lui. Lo invita continuamente ad amare sempre e a obbedire ai suoi comandi. "Obbedire a Dio è meglio del sacrificio’’ (1 Sam 15,22). L'insubordinazione è un peccato grave e una idolatria (v.23). Quello che piace a Dio è l'intimo del cuore, una condotta coerente e qui c'è bisogno di conversione e credere al Vangelo (cf. Mc 1,15). Buona e felice giornata.

18 - Buongiorno per tutto il giorno. Dio dirige la storia degli uomini. Questi, a volte, sono bravi fedeli oppure infedeli. La storia personale di Saul conferma questa verità. Al posto di Saul viene consacrato re di Israele Davide, il più piccolo dei figli di Iesse perché "l'uomo guarda l'apparenza. Il Signore guarda il cuore" (1 Sam 16,7). Anche nella storia personale di Davide, non è stato sempre la fedeltà che lo caratterizzava. È andato avanti nella vita camminando tra fedeltà e peccato, virtù e difetti. Ma Dio sa orientare la storia a favore del popolo, per cui il messia nascerà dalla stirpe di Davide. Questo messia, per dare la vita o compiere il bene, non guardava il sabato, giorno consacrato per i giudei. Per lui, tutti i giorni erano buoni per essere all'opera di Dio, per "salvare". Lodiamo Dio che s'iscriverà nella logica di offrire la vita e di rinnovare le persone attraverso un'azione di misericordia. "Il sabato è fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato" (Mc 2,27). Sia lodato Dio per questa luce.  Buona giornata.

19 - Buongiorno del buon mattino. La storia ci insegna che Dio non abbandona mai il popolo che confida in Lui anche dopo una sconfitta spettacolare. I filistei avevano vinto gli israeliti. Ora, Davide, israelita, affronta Golia, filisteo, nel nome del Signore. Questi gli concede la vittoria (1 Sam 17,32-51). La durezza del cuore circonda gli uomini attorno a Gesù. Costui ne approfitta per ribadire che l'uomo deve essere liberato. Si deve fare il bene anche il giorno di sabato (cf. Mc 3,1-6). Per amore di Dio e per compassione dell'uomo, Gesù Cristo agisce in favore dell'uomo. Imitate anche voi il vostro Signore.  Radiosa giornata

20 - Buongiorno per tutto il giorno. La fedeltà nella vera amicizia salva una vita. La gelosia invece sporca il cuore e uccide prima dell'azione malvagia pensata. La gelosia è la peggiore dei mali. Fuggire con orrore questo male e attaccarsi sempre al bene rinnova la persona. Perciò, non conviene sporcarsi il cuore come Saul che si era lasciato dominare dai pensieri cattivi (1 Sam 18,6-9; 19,1-7). Gesù, sempre libero da tutti e per manifestare la venuta dei tempi messianici, guarisce gli infermi. Il contatto con lui è benefico. Il suo segreto per liberare la gente sofferente è agire senza rivelare subito la sua identità. Gli spiriti immondi lo riconoscono e hanno paura (cf. Mc 3,7-12). Liberaci Signore da tutto quello che ci mantiene prigionieri del male e dacci la tua pace.  Buon onomastico ai Fabio, Fabiano, Fabiana, Sebastiano e radiosa giornata.

21 - Buongiorno. Liberi per amare. Liberi per onorare. Liberi per ammirare. Questo deve caratterizzare il cristiano. Non approfitta delle situazioni per commettere il peccato. Davide risparmia la morte a Saul perché è consacrato di Dio.  Nella stessa vicenda Saul ammira la magnanimità di Davide, più giusto di lui perché rende bene per male (1 Sam 24,3-21). Trasformati anche noi dallo spirito di Dio, andiamo avanti con fiducia. Nel Vangelo, Gesù chiama gli apostoli con un compito importante: "annunziare il Vangelo e scacciare i demoni", cioè proseguire l'opera di Cristo. Missione delicata ma esaltante da prolungare per tutti i tempi fino alla manifestazione di Gesù Cristo alla fine dei tempi (cf. Mc 3,13-15).   Buona giornata.

22 - Buongiorno per tutto il giorno.  Capire il mistero di Cristo non è facile. È proprio una grazia. A volte e spesso, i familiari s'intromettono nella vita di qualcuno senza conoscere quale sia la sua missione. Essendo all'opera di Dio, Gesù è stato considerato dai suoi "fuori di se". Essi cercano di "salvarlo", riportandolo a casa. Non serve la vicinanza fisica o il legame di parentela per dimostrare il vero amore. Gesù l'ha capito ed è andato per la sua strada. È rimasto fedele alla volontà del Padre annunciando i misteri del regno (cf. Mt 3,20-21). Guardiamo a Dio perché ispiri i nostri pensieri e i nostri propositi. Che possiamo vedere ciò che dobbiamo fare e avere la forza di compierlo (colletta della prima domenica del tempo ordinario).  Buona giornata.

23 - Buongiorno nel giorno del Signore. Oggi, siamo in ascolto di Dio e della sua Parola. Dio è continuamente in dialogo. Dialoga e crea per amore, comunica anche la vita sempre per amore. Il salmo 18 parla della Parola di Dio: "La legge del Signore è perfetta, rinfranca l'anima; i precetti del Signore sono giusti, fanno gioire il cuore; i comandi del Signore sono limpidi, danno luce agli occhi (sal.18,8-9). Trasformati dalla Parola di Dio, siamo più coscienti della nostra vocazione e missione. Abbiamo ricevuto lo Spirito Santo per annunciare ai poveri il Vangelo del regno, liberare i prigionieri; rendere la vista ai ciechi; rimettere in libertà gli oppressi e annunciare un anno di grazia da parte del Signore (cf. Lc 4,18-19; Is 61,1-2). Gesù è l'adempimento della Sacra scrittura, l'oggi della storia (cf. Lc 4, 21). È il programma di ogni credente, la pace e la gioia del suo popolo. Mettiamoci all'opera imitando Cristo.  Buona e Santa domenica.

24 - Buongiorno. Davide è stato scelto da Dio per essere re e pastore d'Israele. La sua regalità prefigura quella di Cristo, il Messia tanto atteso (cf. 2 Sam 5,2b.10; sal 88,21-26). Lui è chiamato appunto figlio di Davide e figlio di Dio. Come figlio di Dio, compie dei miracoli e scaccia i demoni. La bestemmia consiste nel giudicare Gesù Cristo posseduto da uno spirito immondo mentre lui stabilisce il regno di Dio sulla terra (cf. Mc 3,22.29-30). Chiediamo perdono a Dio per la nostra  incredulità e per le bestemmie. Invochiamo su di noi lo Spirito Santo che procede dal Padre; che possa orientare i nostri pensieri e le nostre azioni per discernere e riconoscere le opere di Dio in mezzo agli uomini.  Radiosa giornata e buon inizio settimana.

25 - Buongiorno per tutto il giorno.  Oggi è la festa della conversione di San Paolo apostolo. Paolo racconta la sua storia negativa nella quale Dio entra per trasformarla in storia della salvezza. In effetti, era persecutore della Chiesa. Per grazia si è riconciliato con Dio facendogli una domanda fondamentale: "che cosa devo fare?" La risposta è emblematica: "farsi battezzare ed essere testimone delle cose ascoltate e viste" (Att. 22,3-16). Si, cambiare. Cambiare totalmente, impegnarsi, iniziare un nuovo cammino, ricominciare, rischiare la propria vita per amore ritrovato. Si, convertirsi, essere convinti e proclamare ad alta voce che Gesù è vivo; che è presente nella nostra storia, che è tutto per noi. La conseguenza di tutto questo è mettersi in ascolto di Gesù, proclamarlo e compiere come lui i segni della manifestazione del regno di Dio in mezzo agli uomini (cf. Mc 16 15-18). Auguri a tutti i Paolo e Paola.

26 - Buongiorno. Oggi, la chiesa fa memoria dei santi Timoteo e Tito. Timoteo, la cui fede viene (deriva) dalla famiglia, cioè dalla nonna passando alla madre per arrivare a lui (2Tm 1,5), deve ravvivare il dono di Dio ricevuto per l'imposizione delle mani. Questo dono è lo Spirito Santo che lo rende abile per rendere testimonianza (2Tm 1,6). Lo spirito ricevuto non è per occupare il primo posto, ma per servire (Lc 22,24-27). Così si acquisisce la vera forza, l'amore e la saggezza (2Tm 1,7).  Buona giornata.

27 - Buongiorno per tutto il giorno. Dio, nella sua bontà, ha scelto Davide come suo servo; ha promesso la stabilità alla sua discendenza. L'ha fatto re per amore del suo popolo. Per questo Davide è riconoscente ed alza la sua preghiera a Dio perché mantenga la sua promessa (2 Sam 7,18-29). Questa promessa si realizzerà appunto in Cristo e il suo messaggio brillerà come lampada. La sua luce deve diffondersi ovunque. Bisogna accogliere questa Parola mediante un ascolto attento, volenteroso e metterla in pratica. Allora, si può verificare i frutti concreti della trasformazione totale e interiore (cf. Mc 4, 21-25). Benedici, o Signore, i tuoi figli e concedi loro di camminare nell'obbedienza alla tua presenza.  Radiosa giornata.

28 - Buongiorno del buon mattino. Il grande re Davide cade nel doppio peccato: l'adulterio e l'omicidio. Si è lasciato sedurre e questo l'ha condotto a cose spiacevoli. Ma Dio tende sempre la sua mano al peccatore pentito. Mistero del Dio amore e misericordia (2 Sam 11,1-17). Il regno di Dio è anche un mistero. Dalle piccole cose, umili, non troppo significative, ci si arriva a realizzare, con la grazia di Dio, grandi cose. Ci apra Dio il cuore per capire i segreti del suo regno (Mc 4,26-34). Invochiamo Dio perché ci riveli l'intimo di noi stessi per discernere quello che sia giusto ai suoi occhi. Buona e serena giornata.

29 - Buongiorno. Il peccato è un'offesa a Dio. Davide riconosce il suo peccato e confessa: "Ho peccato contro il Signore". Dio perdona (cf. 2 Sam 12,1-13). La storia raccontata dal profeta Natan è attuale. Davide ha fatto l'esperienza del peccato e si è bruciato. Nella burrasca della vita, Dio è con noi. Nelle nostre tempeste, ci accompagna. Anche se sembra dormire, è sempre presente. E quando comanda, tutto tace. Cristo è Signore (Mc 4,35-41). Rimettiamo la nostra sorte a Dio.   Imploriamo la sua misericordia. Svegliamolo quando abbiamo paura e siamo nel pericolo. Anche se non parla, solo la sua presenza ci basta e ci dà sicurezza (cf. Sal 22,4).  Felice giornata e buon fine settimana.

30 - Buongiorno nel giorno del Signore. Dio è amore. Dio è  Padre. Ama tutti i popoli e li vuole alla salvezza. Nel profeta formato ed eletto da Dio per essere inviato presso le nazioni si trova la sua stessa forza. Dio lo sostiene e lo difenderà anche nei momenti difficili. Non ha niente da temere perché il Signore è con lui (Ger 1,4-5.17-19). Nelle persona di Gesù si realizza questa profezia. Di fronte all'universalità della salvezza e dell'amore che Gesù annuncia con la sua presenza e i miracoli compiuti da lui, i suoi connazionali si mostrano aggressivi e violenti. Non intendono sentire parlare di questa prospettiva di apertura. Non hanno fede e dubitano davanti al mistero della persona di Gesù perché lo "conoscono" (cf. Lc 4,21-30). Convertirci Signore e saremo trasformati. Apri i nostri occhi al mistero del tuo amore.  Buona e Santa domenica.

31 - Buongiorno per tutto il giorno. Il re Davide riconosce i suoi errori. Così  sopporta gli insulti di Simei. È trattato da lui come sanguinario e scellerato. I suoi uomini, fedelissimi, gli propongono di reagire e di usare il suo potere per mettere fuori quelli che lo insultano (2 Sam 15,1-4.30; 16,7-8). La sua risposta è piena di sapienza, di umiltà e di speranza: "Lasciate che maledica, poiché glielo ha ordinato il Signore. Forse il Signore guarderà la mia afflizione e mi renderà il bene in cambio della maledizione di oggi" (2 Sam 16,11b-12). Il figlio di Davide secondo la promessa, Gesù -sia benedetto-, scaccia una legione di spiriti immondi. È una realtà da cui è venuto a liberarci. Una volta liberati, dobbiamo proclamare le meraviglie compiute da Gesù in noi ed essere missionari (Mc 5,1-20).  Buona giornata e buon inizio settimana.

 

 

 

 

———— 

AMICI ON LINE

Via Dante 1

21050 - CASTELSEPRIO (VA)

 

Codice Fiscale 91063050123

 

< Il nuovo Consiglio Direttivo  dal 14-07-2022 >

Dr.ssa Graziani Cinzia - Presidente

Rebbia Emilia - Vice Presidente

Zaffaroni Annamaria - Tesoriere

Banfi Giordano - Segretario

Colombo Antonio - Consigliere

Gallazzi Franca Rosa - Consigliere

Milazzo Lucia - Consigliere

Zamponi Valeria - Consigliere

_______________________

 

E- mail:  info@asbdoncrispino.org

 

Sito web: www.asbdoncrispino.org 

 

Telefoni: 

Collaboratori:

Anna tel. 3933659049 

Antonio tel. 3280827857

Emilia tel. 3491354591

Giordano tel. 3334380903

__________________________

 

 

C.F.  91063050123

 

Coordinate bancarie:  

 

BPER Banca

filiale di Cairate (VA) 

IBAN: IT 37 L 05387 50050 0000 4246 1300

intestato a:
"Associazione Amici Sostenitori dei Bambini di Don Crispino Odv"

  

 

 

Modalità di erogazione:
Il donatore, per ottenere un risparmio d’imposta

(da detrazione o da deduzione),
deve effettuare l’erogazione tramite mezzi rintracciabili: Bonifici o assegni.
La donazione in contanti non consente alcuna agevolazione fiscale.