OTTOBRE

1 - Buongiorno. Oggi è la memoria di Santa Teresa di Gesù bambino. La sua vita ci invita alla piccolezza spirituale e all'umiltà, segreto per entrare nel regno di Dio e per essere grandi (Mt 18,1-4). La conversione per arrivare a questo è possibile. Gesù ce l'assicura. Basta volerlo e accettare il cambiamento. Nel suo cambiamento, santa Teresa ha scoperto la piccola via dell'infanzia spirituale ispirata alla semplicità e nell'umile confidenza nell'amore misericordioso del Padre. Bisogna entrare in questa dinamica per sentirsi più liberi e forti. Accogliere allora un bambino è una benedizione (cf. Mt 18,5) e non disprezzare un bambino, una fortuna (cf. Mt 18,10). Che il Signore ci dia la grazia dell'accoglienza e del rispetto. "Ecco, io mando un angelo davanti a te per custodirti sul cammino e per farti entrare nel luogo che ho preparato. Abbi rispetto della sua presenza, dà ascolto alla sua voce" ( Es 20,20-21).  Radiosa giornata.

2 - Buongiorno e buon fine settimana.  Nella memoria degli angeli custodi, lodiamo Dio che, nel suo disegno di salvezza, assegna a loro la missione di proteggere gli uomini. Bisogna rispettare la loro presenza, ascoltare la loro voce e non ribellarsi a loro (cf. Es 23,20-23). Nel Vangelo odierno (lettura continua dell'anno B), il demonio è sconfitto grazie alla predicazione del Vangelo. Il motivo della gioia dei discepoli deve essere la salvezza della gente. Il motivo più profondo della loro gioia è che i loro nomi sono iscritti nei cieli. Un altro motivo di gioia è che i discepoli sono entrati nella conoscenza dei misteri di Dio (cf. Lc 10,17-24). Rallegriamoci per la sua presenza e protezione. Felice giornata.

3 - Buongiorno nel giorno del Signore. Il matrimonio ha un valore particolare in questo mondo in quanto voluto da Dio dall'origine della creazione. È indissolubile ed è chiamato a durare nel tempo (Mc 10,2-16). Il divorzio è una condizione di decadenza del matrimonio, direi un fallimento dell'amore. Si può al massimo tollerare il divorzio, ma non era nel piano di Dio né della Santissima Trinità. All'origine della famiglia, c'e la volontà di Dio. Quello che unisce l'uomo e la donna è il desiderio di Dio di consacrarli. Che abbiano la stessa dignità, lo stesso rispetto e che possano progredire l'uno e l'altro. "Non è bene che l'uomo sia solo. Vorrei dargli un aiuto che gli corrisponda", disse Dio (Gn 2,18). L'uomo non è destinato all'isolamento, ma alla complementarietà. Che Dio ci dia la grazia di stimarci e di perdonarci per corrispondere al piano divino.  Buona e Santa domenica.

4 - Buongiorno e buon inizio settimana.  Lasciamoci orientare oggi dalla figura di San Francesco di Assisi, umile e povero. A lui, Dio ha rivelato il mistero del regno. Nel Vangelo, Gesù può lodare il Padre perché ai piccoli ha rivelato il mistero del regno (Mt 11,25). Li ha introdotti nella conoscenza del Padre. Solo lui può dare il riposo dell'anima (Mt 11,29). Vi pare poco questo? Il mondo odierno, come organizzato, è un continuo correre. Eppure bisogna concentrarsi sull'essenziale, la croce di Cristo che salva (Gal 6, 14). Abbracciatela per la vostra libertà.  Tanti auguri ai Francesco e Francesca.  Felice giornata.

5 - Buongiorno per tutto il giorno.  Proclamare, annunciare la Parola di Dio è un invito alla conversione (Gio 3,1-10). È stata la missione dei profeti ed è tutt'ora la missione della Chiesa. "Beati quelli che ascoltano la Parola di Dio e la custodiscono" (Lc 11,28). Ascoltare è una disposizione edificante per accogliere e lasciarsi trasformare. Nel  Vangelo odierno, Marta "accolse" Gesù a casa sua. Maria era "in ascolto" del divin maestro. Accogliamolo con quelli che l'accompagnano (i discepoli, i poveri); non lo lasciamo da solo per altre cose. Notate che non c'è separazione tra la vita attiva e la vita contemplativa. Gesù però sottolinea la parte migliore che non si può scambiare con nessun'altra cosa: ascoltare la Parola di Dio che trasforma la vita e fa vivere (cf. Lc 10,38-42). Ascolterò cosa dice il Signore. Egli annuncia la pace (sal 85,9).  Buona giornata.

6 - Buongiorno. La volontà di Dio è di salvare sempre. Riconoscere il gran cuore di Dio, un cuore compassionevole, lento all'ira e ricco d'amore è la strada giusta per vivere in pace e riconciliarsi con il mondo (cfr. Giona 4,1-11). Nella preghiera del Padre nostro, ci sono indicazioni di come pregare e di cose concrete da chiedere: la glorificazione del padre; la venuta del regno; il pane quotidiano; il perdono dei peccati e la forza nelle tentazioni (cf. Lc 11,1-4). Chiedere la liberazione dal male che ci circonda, implorare la gioia di essere al servizio; gioiosi di annunciare un Dio speciale che capisce la nostra miseria e ci perdona. Un tale Dio è grande (cf. ancora Lc 11,1-4).  Buona avventura con lui e buona giornata.

7 - Buongiorno. Oggi, facciamo la memoria della Beata Vergine Maria del Santo Rosario. Due vie contrarie si osservano in questo mondo: la via del bene e quella del male.

- 1) Beatitudine e benedizioni per i timorati di Dio. 

- 2) Illusione e delusione per i superbi, gli arroganti e i malvagi (Ml 3, 13-15.19). 

I giusti osservano i comandamenti di Dio e camminano davanti al Signore (cf. Ml 3, 20-21; sal 1). Con la Madonna, camminiamo nella fede.  Buona giornata.

8 - Buongiorno per tutto il giorno.  In Gesù Cristo, il regno di Dio è presente, regno che libera dal male. Gesù opera nel mondo in virtù del potere ricevuto dall'alto. Una volta liberato, bisogna continuare a vegliare, a stare attenti perché il demonio non si dà mai pace. Cerca di colpire sempre, anche e soprattutto quelli che sono in comunione con Dio (cf. Lc 11, 15-21. 24-26). Loderò il Signore con tutto il cuore e annunzierò tutte le sue meraviglie. Gioisco in te ed esulto, canto inni al tuo nome, o Altissimo (sal 9,2-3).  Radiosa giornata.

9 - Buongiorno e buon sabato.  Beati quelli che ascoltano la Parola di Dio. Beati quelli che la custodiscono e la mettono in pratica. La beatitudine pronunciata da una donna nel Vangelo non è legata al legame di sangue né alla parentela con Gesù, ma all'ascolto e alla custodia della "Parola che viene dalla bocca di Dio" (cf. Lc 11,27-28). Dacci Signore tempo, spazio e disposizione per accogliere Dio attraverso la sua Parola.   Felice e radiosa giornata.

10 - Buongiorno nel giorno del Signore. L'osservanza della Legge, senza convinzione, senza spirito di volontà, non ha senso. È solo esteriorità. Avere il desiderio di perfezione e non avere il coraggio di cambiare stile di vita per migliorare la propria sorte è ingannare se stessi. L'uomo ricco ha voluto una via di perfezione secondo i suoi gusti. Di fronte a una scelta intelligente e radicale, si è perso. Ha perso l'entusiasmo, ha vissuto un conflitto interiore. Ha compromesso la sua vita, vissuto male, triste. Si vede che ha ricercato il bene da compiere senza voglia di mettersi totalmente in gioco. Non gli è passato per la testa di rinunciare ai propri interessi. Finalmente ha lasciato il regno che cercava ed è partito altrove. Ha mancato Gesù (Mc 10,17-30). Per seguire Gesù, preferirlo e sceglierlo, bisogna una vera conversione, quella radicale. Con la grazia, ci possiamo arrivare.  Buona e Santa domenica.

11 - Buongiorno per tutto il giorno.  Una comunità in cerca e in attesa solo dei miracoli non cresce mai. Non sa leggere la propria storia di salvezza e non entra nella dinamica di riconoscere Dio presente ed operante in mezzo ad essa (cf. Lc 11,29-32). La riconoscenza di Dio e l'accoglienza del messaggio evangelico salvano l'anima e introducono nella comunione con Dio. Che San Giovanni XXIII interceda per noi la grazia dell'ascolto e dell'accoglienza di questo messaggio che trasforma.  Buon inizio settimana e buona giornata.

12 - Buongiorno per tutto il giorno. Nel Vangelo odierno si parla della purezza esteriore che non conta per Gesù. È l'intimo del cuore che deve essere puro. Questa è una novità. Si è veramente mondi se si pratica la carità (cf. Lc 11,37-41). Che il giovane beato Carlo Acutis interceda per noi. Buon cammino di vita  e di fede.  Buona giornata.

13 - Buongiorno. È un dato di fatto. Dio è buono. La sua bontà spinge ogni uomo a camminare sulla via della conversione.Tutti quanti saremo giudicati da Dio che renderà a ciascuno secondo le sue opere (cf. Rm 2,6). La vita eterna è riservata a quelli che sono perseveranti nelle opere di bene; ira e sdegno per quelli che disobbediscono alla verità e obbediscono all'ingiustizia. Tribolazione e angoscia per chi opera il male; gloria invece, onore e pace per chi opera il bene (cf. Rm 2,7-10). Quest'orientamento è tutto l'insegnamento della Sacra scrittura. Oggi abbiamo tempo per riflettere, migliorare il nostro comportamento e convertirci. Altrimenti, sono i guai che ci accompagneranno (cf. Lc 11,42-46). Coraggio. Niente paura.  Felice giornata.

14 - Buongiorno del buon mattino.  Un giudizio severo di Gesù Cristo contro i farisei mette in luce il loro comportamento e la loro pratica: uccidono i profeti e non si convertono. Nel rifiutare ed eliminare Gesù su questa terra, ne hanno avuto la responsabilità. Non l'hanno accolto. Pur comportandosi male, colpevoli e bisognosi della grazia divina, i farisei si vantano di aver tanti meriti davanti a Dio (cf. Lc 11, 47-54). Che Dio ci venga in aiuto per riconoscerci veramente peccatori e bisognosi della misericordia di Dio (cf. Rm 3,23-30).  Radiosa giornata.

15 - Buongiorno per tutto il giorno.  Oggi è la memoria di Santa Teresa di Gesù, vergine e dottore della Chiesa. Gesù ci educa a vivere vigilanti. "Guardatevi dal lievito dei farisei, cioè l'ipocrisia. Tutta la loro vita è costruita sull'ipocrisia. Dicono e non fanno; promettono e non realizzano. Fanno solo soffrire gli innocenti e li sfruttano. Fingono di avere una vita riuscita, di successo. È così che l'ipocrisia funziona ed è tutt'ora così nel mondo. Gesù condanna dunque l'ipocrisia dei farisei, la loro volontà di apparire perfetti senza esserlo (cf. Lc 12,1-7). Con la figura di Santa Teresa di Gesù, la prospettiva è altra. Aspiriamo realmente alla santità. Interceda per noi per un cammino di conversione.  Radiosa giornata.

16 - Buongiorno per tutto il giorno.  Non vergognarsi mai di essere testimoni di Cristo. Così possiamo evitare la condanna eterna perché Gesù ci riconoscerà davanti al Padre che è nei cieli (cf. Lc 12,8-9). Gesù ci parla anche del peccato contro lo Spirito Santo. È proprio il rifiuto della salvezza offerta da Dio e direi di più, del rifiuto della Santissima Trinità nella nostra vita (cf. Lc 12, 10). Penso che non sia saggio scegliere la via della perdizione. Ci venga in aiuto la grazia di Dio per sceglierlo e per camminare sulla via del bene. Questa è fede (cf. Rm 4,16).  Buon fine settimana e radiosa giornata.

17 - Buongiorno nel giorno del Signore. La sete del potere e la sete della carriera rovinano la vita delle persone nel mondo di oggi. Fu anche così all'epoca di Gesù. Alcuni discepoli che hanno frequentato Gesù non hanno capito chi era. Mentre lui sale a Gerusalemme per la sua passione, i discepoli cercano i primi posti nel regno messianico che pensano sul punto di realizzarsi (Mc 10,35-40). Illusione e delusione per i discepoli che sentono dire dal maestro: "Chi vuole essere grande si faccia servo degli altri" (Mc 10,43). Eppure, è la strada indicata da Gesù. Lui stesso l'ha percorsa per primo. Gesù è "l'umile servo obbediente". Ha sempre vinto così ed è entrato nella gloria. Imitiamolo. Buona e Santa domenica.

18 - Buongiorno e buon inizio della settimana. Oggi è la festa di San Luca, evangelista. Il suo Vangelo ci presenta la buona novella annunziata ai poveri e la predilezione di Gesù Cristo per i piccoli e i peccatori. Nel Vangelo odierno, Gesù invia i discepoli ad annunziare la grande notizia: "il regno di Dio è vicino" (Lc 10,9b). Il regno di Dio è Gesù Cristo in persona che invia i suoi amici in missione nella povertà (Lc 10,4) che porta, però, un bene maggiore: "La Pace del Vangelo” (Lc 10,4). L'annuncio del regno è accompagnato da segni concreti: "la cura degli ammalati" (Lc 10,9a). Il quadro della missione ci è dato. Che il Signore apra i nostri cuori e ci dia la forza di compiere la sua volontà nel suo nome.  Auguri a quelli che portano il nome di Luca.  Buona e radiosa giornata.

19 - Buongiorno del buon mattino.  Siate pronti… (Lc 12.35a). Siate simili a coloro che aspettano il padrone quando torna dalle nozze… (Lc 12,36a). Beati quei servi che il padrone troverà ANCORA SVEGLI (Lc 12,37a). I discepoli di Gesù Cristo devono vivere nell'atteggiamento Pasquale, di chi aspetta il passaggio di Dio per la liberazione o la venuta dello sposo per l'ingresso nella sala del convito (cf. Lc 12, 35-38). I discepoli di Cristo sono chiamati a vivere sempre nella vigilanza. Vegliate e pregate per essere trovati degni di comparire davanti al figlio dell'uomo (cf. Lc 12,36).  Buona e radiosa giornata.

20 - Buongiorno per tutto il giorno. Vivere lontano dal peccato e per la giustizia è l'insegnamento odierno delle letture. Non regni più il peccato nel vostro corpo mortale, dice San Paolo (Rm 6,12a). Ma offrite voi stessi a Dio come vivi" (Rm 6,13b). Vivete dunque per servire Dio. Perciò, siate saggi e fedeli, pronti e vigili in attesa dell'incontro con il Signore (cf. Lc 12,39-48).  Buona giornata.

21 - Buongiorno del buon mattino.  Liberati dal peccato e servi di Dio, ecco la condizione del cristiano. Questa condizione porta alla santificazione e alla vita eterna (cf. Rm 6, 19). Non porta sulla via degli empi, dei peccatori e degli stolti, ma sulla via della benedizione (cf. Sal 1,1).  Buona e serena giornata.

22 - Buongiorno. Il Signore ha preparato il regno dei cieli per i suoi amici. L'ha preparato come ricompensa per la loro perseveranza e fedeltà alla sua volontà. Noi, aspiriamo a vivere in questo luogo di beatitudine ed è un motivo per noi di gratitudine e di lode a Dio (cf. Mt 11,25). Per arrivarci, bisogna sempre sapere interpretare i segni dei tempi, riconoscere i momenti della visita di Dio e della sua presenza in mezzo agli uomini (cf. Lc 12, 54-59). Bisogna lottare contro il male fino ad arrivare alla vittoria (Rm 7,18-25). Che San Giovanni Paolo II interceda per noi. Buon proseguimento del cammino e buon combattimento.  Buona e serena giornata.

23 - Buongiorno per tutto il giorno. La conversione è una realtà che deve essere permanente. Chi rifiuta la via della conversione perisce. La sua rovina è totale, definitiva, irrevocabile. Dio ci ha piantati per portare dei frutti. Se non si verificano frutti sull'albero dopo un lavoro curato, il giudizio è duro: essere sradicato e gettato fuori per essere bruciato (cf. Lc 13,1-9). C'è bisogno di vera conversione. Accogliamo questa grazia di Dio.  Non è mai tardi.  Buona giornata e buon fine settimana.

24 - Buongiorno nel giorno del Signore. Oggi abbiamo nel Vangelo un cieco di Jericho, esempio e simbolo di tante persone che vivono nelle tenebre, disprezzati, considerati dagli altri come peccatori, isolati socialmente, privi di tutto, mendicanti, dipendenti degli altri, avendo una sola possibilità di uscire dalla loro situazione: il grido di fede e di speranza a Gesù, figlio di Davide, figlio di Dio che passa e che rivolge una parola: "cosa vuoi che io faccia per te?" Il cieco non chiede cose materiali, ma la possibilità di vedere ancora le meraviglie di Dio, di vedere la persona di Gesù presente, la libertà per essere discepolo e per svolgere le sue attività in vista di guadagnarsi la vita (Mc 10,46,52). Signore, togli la mia cecità fisica, morale e spirituale per seguirti sulla strada del tuo regno.  Buona giornata delle missioni e felice domenica.

25 - Buongiorno e buon inizio settimana.  Il Vangelo di oggi è suggestivo. Abbiamo in presenza una donna curva da diciotto anni. Curva. Non può camminare bene. Il Signore la libera il giorno di sabato anche se per i giudei è proibito. Non c'è un giorno che non possiamo fare il bene, soprattutto quando si deve sciogliere qualcuno dal legame di Satana (cf. Lc 13, 10-17), dal legame del male, dell'egoismo, dell'orgoglio. Fate del bene, e sempre... Prego per voi perché possiate lasciarvi aiutare da Dio che libera sempre i suoi figli per farli camminare sulla sua strada.  Buona giornata.

26 - Buongiorno mattutino. San Paolo ci comunica una parola di speranza. "Io ritengo che le sofferenze del momento presente non sono paragonabili alla gloria futura che dovrà essere rivelata in noi" (Rm 8,18). E quindi bisogna andare sempre avanti nonostante tutto, camminare con fiducia e serenità. Non lasciarsi deprimere. Il Vangelo parla del regno di Dio al quale aspiriamo. È paragonabile ad un granello di senape ed a un lievito. Come il granello di senape, minuscolo riesce a crescere e a diventare un albero, così anche la forza della Parola del Vangelo seminato nel cuore dell'uomo che l'accoglie. La predica tocca silenziosamente ed efficacemente l'umanità (cf. Lc 13,18-21). Niente paura. C'è sempre speranza di una vita migliore.  Buona giornata.

27 - Buongiorno.  La parola di San Paolo è una rivelazione per noi: "lo Spirito viene in aiuto alla nostra debolezza" (Rm 8,26); "tutto concorre al bene di coloro che amano Dio" (Rm 8,28). C'e un crescendo nella dinamica della vita dei credenti. Quelli che egli ha conosciuto, li ha predestinati ad essere conformi all'immagine del figlio suo; Quelli che ha predestinati, li ha chiamati; Quelli che ha chiamati, li ha giustificati; Quelli che ha giustificati, li ha anche glorificati (Rm 8, 29-30). Gli avvisati o meglio i preparati riconoscono il tempo della visita di Dio e della sua salvezza e si sforzano di seguire le indicazioni del Signore: "sforzatevi di entrare per la porta stretta (Lc 13,24a): accogliete il Vangelo e camminate sulla via della croce. Gli altri sono distratti dalle cose del mondo. È la porta larga che porta alla perdizione. Occorre vigilare per convertirsi e per non essere mai cacciati fuori dal regno (cf. Lc 13,25b.27). Buon cammino nel Signore e felice giornata.

28 - Buongiorno per tutto il giorno.  La chiamata degli apostoli nel Vangelo odierno è preceduta da una notte di preghiera. Così anche per noi. Ogni atto importante della nostra vita, (soprattutto una decisione che impegna tutta la vita), deve essere segnato dalla presenza di Dio (cf. Lc 6,12). La chiesa di Dio è custodita e protetta tutt'ora dalla presenza spirituale della preghiera degli apostoli. Essa si riconosce nella loro predicazione e rimane stabile sul loro fondamento. L'intercessione di Simone e Giuda ci aiuti ad aderire come nuovo popolo al Vangelo. Auguri ai Simone della nostra comunità e ad altri che conosciamo.  Felice giornata.

29 - Buongiorno del buon mattino. La sofferenza di Paolo è di osservare l'incredulità dei giudei nonostante tutto quello che avevano vissuto e visto: sono israeliti, possiedono l'adozione a figli, la gloria, le alleanze, la legislazione, il culto, le promesse, i patriarchi. Da essi proviene Cristo secondo la carne. Eppure, non hanno accolto il Messia (Rm 9,1-5). E noi? Come ci comportiamo davanti al gran profeta che è in mezzo a noi?  È vero che continuiamo a dubitare e a opporre resistenza alla sua presenza e alla sua azione? Lui è libero di tutto. Certo che è lecito per lui curare un malato di sabato, compiere un'opera di salvezza. Questo è l'essenziale e non il formalismo nell'osservare la legge (Lc 14,1-6). L'abbiamo capito? Chiediamo al Signore la grazia di non rifugiarci dietro la legge per non venir incontro ai fratelli sofferenti.  Radiosa giornata.

30 - Buongiorno per tutto il giorno. Dio ha stabilito un'alleanza con i nostri padri. La fedeltà a quest'alleanza redime tutti perché la salvezza e la grazia sono destinate a tutti (Rm 11,11-12.25-29). In virtù di questo insegnamento di salvezza, Gesù insegna anche che bisogna dominare nel comportamento l'ambizione di mettersi in mostra per occupare i primi posti. L'umiltà è la virtù dei grandi e dei forti. Quando siamo umili, possiamo essere elogiati da quelli che conoscono il valore, la grandezza e la forza dell'umiltà (cf. Lc 14,7-11). È una via stretta, ma sicura e vincente. Buon cammino e buona perseveranza in questa via.  Buona giornata e buon fine settimana.

31 - Buongiorno nel giorno del Signore.  Nel suo grande amore, Dio ha suscitato Mosè per comunicare all'uomo la sua volontà. “Deve ASCOLTARE IL MESSAGGIO DI DIO E AMARE". L'uomo come scelta deve fare la sua professione di fede: Dio è Unico ed è Amore. "Lui che "ha dato tutto" all'uomo merita di "ricevere tutto" dall'uomo. Vale la pena di AMARLO con TUTTO IL CUORE, CON TUTTA L'ANIMA, CON TUTTA L'INTELLIGENZA E CON TUTTA LA FORZA. Il libro del Dt e il Vangelo aggiungono: "AMERAI IL PROSSIMO COME TE STESSO" (Mc 12, 29-31; Dt 6,4-5 e Lv 19,18). Gesù, nuovo Mosè, andrà oltre quando comanda: "Amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi" (Gv 15,12). Questa è la nostra vera vita e la nostra libertà.  Radiosa giornata e buona domenica.

———— 

AMICI ON LINE

Via Dante 1

21050 - CASTELSEPRIO (VA)

 

Codice Fiscale 91063050123

 

< Il Consiglio Direttivo >

Dr.ssa Graziani Cinzia - Presidente

Rebbia Emilia - Vice Presidente

Zaffaroni Annamaria - Tesoriere

Banfi Giordano - Segretario

Colombo Antonio - Consigliere

Gallazzi Franca Rosa - Consigliere

Milazzo Lucia - Consigliere

_______________________

 

E- mail:  info@asbdoncrispino.org

 

Sito web e FaceBook: www.asbdoncrispino.org 

 

Telefoni: 

Collaboratori:

Anna tel. 3933659049 

Antonio tel. 3280827857

Emilia tel. 3491354591

Giordano tel. 3334380903

__________________________

 

C.F.  91063050123

 

Coordinate bancarie:  

 

BPER Banca

filiale di Cairate (VA) 

IBAN: IT 37 L 05387 50050 0000 4246 1300

intestato a:
"Associazione Amici Sostenitori dei Bambini di Don Crispino Odv"

  

 

 

Modalità di erogazione:
Il donatore, per ottenere un risparmio d’imposta

(da detrazione o da deduzione),
deve effettuare l’erogazione tramite mezzi rintracciabili: Bonifici o assegni.
La donazione in contanti non consente alcuna agevolazione fiscale.