SETTEMBRE

1 - Buongiorno. In Dio è la nostra vita e la nostra speranza. Gesù Cristo compie la missione affidatagli dal Padre: portare il Vangelo ovunque, scacciare i demoni e guarire gli infermi (cf. 4,38-44). Spesso ci tiene per la mano e ci solleva, fa sparire la 'febbre del peccato' (cf. Lc 4,39a). Meraviglioso. Ma non si può trattenere egoisticamente Gesù in un posto né mantenere la Parola prigioniera. Gesù dichiara apertamente: "È necessario che annunci la buona notizia del regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato" (Lc 4,43). La Parola è liberatrice, penetra i cuori dei credenti e li conquista. Una volta la Parola seminata accolta, le virtù teologali si possono verificare nella vita: una fede viva, una carità operosa e una speranza nella vita futura (cf. Col 1,1-8). Buon proseguimento nel cammino e buona giornata.

2 - Buongiorno per tutto il giorno. I discepoli da sempre fanno l'esperienza della presenza divina che libera dal potere delle tenebre e trasferisce nel regno di Gesù Cristo. Avendo come meta il cielo, i discepoli hanno ragione di aderire a Cristo e a seguirlo. Questi continua a chiamare nella Chiesa. "Venite dietro a me e vi farò pescatori di uomini" (Mt 4,19; cf. Lc 5,10b). È un onore essere associati alla missione di salvezza di Gesù Cristo. All'udire la voce di Cristo che chiama, i discepoli,  specialisti della pesca e del mare, dopo una notte di dolore e di sudore, lasciarono tutto e lo seguirono (Lc 5,11). Buon proseguimento della missione e buona giornata.

3 - Buongiorno del buon mattino. La presenza del Signore in mezzo ai suoi discepoli è significativa. È lo sposo, la gioia del suo popolo. Con lui si conclude il tempo dell'antico testamento e si comincia una condizione, una realtà nuova (Lc 5,33-39). Le cose vecchie sono passate: ecco, ne sono nate nuove (cf. 2Co 5,17). In Gesù, l'universo trova il suo sostegno. In lui, la Chiesa trova la sua consistenza (cf. Col 1,15-20). Imitando Gesù, nella festa di San Gregorio Magno, che quanti governano il popolo di Dio siano ricchi dello Spirito Santo per il progresso dei fedeli.  Buona e felice giornata.

4 - Buongiorno e buon fine settimana. In Cristo, nessuno è uomo di passaggio né straniero ma 'siamo santi, immacolati e irreprensibili' ( cf. Col 1,22). In Cristo, siamo liberi. Siamo in colui che è il 'Signore del sabato' (Lc 6,5). Lui è la nuova legge, il riposo e il cibo dell'uomo. È il criterio di tutti i valori, di quello che conta veramente, dell'essenziale (cf. Lc 6,1-5). Cosa abbiamo fatto di Lui?  Buona e radiosa giornata.

5 - Buongiorno nel giorno del Signore. Nelle vicende di questo mondo, come ai tempi del profeta Isaia, gli uomini di Dio continuano a dare alla gente un messaggio di speranza. "Coraggio. Non temete... Ecco il vostro Dio... Egli viene a salvarvi" (Is 35,4). Dio continua a rinnovare i segni della sua presenza e della sua misericordia in mezzo al suo popolo (Is 35,4-7); Mc 7,34-35). Osserviamo oggi una comunità responsabile che si cura dei deboli e dei bisognosi. "Gli portarono un sordomuto e lo pregarono di imporgli la mano" (Mc 7,32). Questa comunità deve evitare il favoritismo per testimoniare della vera fede (cf. Gc 2,2-6).  Buona e Santa domenica

6 - Buongiorno e buon inizio settimana. Nell'esperienza di San Paolo trasformato, che soffre generosamente per Cristo, leggiamo la vita di ogni annunciatore del Vangelo. San Paolo annuncia Cristo esortando, ammonendo e istruendo ogni uomo. Usa la sapienza per rendere tutti perfetti in Cristo nel quale sono nascosti tutti i tesori della sapienza e della scienza (Col 1,24-2,3). Questa sapienza si verifica nella domanda che Gesù fa ai suoi nemici di sempre, gli scribi e i farisei: "È lecito il giorno di sabato fare del bene o fare del male, di salvare una vita o perderla?" (Lc 6,9). La risposta è stata data nel versetto 5: "Il figlio dell'uomo è Signore del sabato". Nessuno lo ferma nel compiere il bene. Si sente come obbligato di fare il miracolo, opera della misericordia divina. È venuto nel mondo per salvare gli uomini. Per noi, bisogna sapere che il giorno del Signore va dedicato alla carità. Buona missione.  Felice giornata.

7 - Buongiorno per tutto il giorno. Credere in Dio, aderire a Cristo, camminare per le sue vie, lasciarsi trasformare dalla sua Parola (insegnamenti), essere radicati in Lui, rimanere inseriti in Lui, sono i vari passaggi che dimostrano che stiamo camminando nella fede. In Lui, c'è la pienezza della divinità (Cf. Col 2,6-16). Una forza sanatrice esce da Lui (Lc 6,19). È allora bene ascoltarlo e farsi guarire fisicamente e soprattutto interiormente che è l’essenziale. In più, bisogna pregare prima di ogni scelta importante della vita (Lc 6,12-19) e non lasciarsi deviare da ideologie di questo mondo.  Felice e radiosa giornata.

8 - Buongiorno e buona festa della natività della Beata Vergine Maria. Lodiamo Dio per la vita e le virtù di Maria. Da lei è nato l'autore della vita, Gesù, sole di giustizia (cf. Mt 1,18-21). Come Maria, Dio ci ha conosciuti e predestinati ad essere figli adottivi; ci ha chiamati, giustificati e glorificati (Cf. Rm 8,28-30). Con Maria, camminiamo nella luce e nella fede. Alla sua scuola proseguiamo il cammino senza paura. Il Signore è con noi.  Buona e felice giornata.

9 - Buongiorno. Un messaggio di consolazione è la pace interiore. Nel nostro intimo devono regnare sentimenti di amore, di umiltà, di bontà, di misericordia, di pazienza e di sopportazione. Paolo ci dice chiaramente di rivestirsi di questi sentimenti. Dopo di che la sapienza deve entrare in gioco per ammaestrarci e ammonirci. Una comunità di credenti deve inoltre essere riconoscente a Dio attraverso inni, cantici spirituali e salmi (Col 3,12-17). L'amore verso il prossimo è anche sottolineato nel Vangelo e deve caratterizzarci: amare i nemici, fare del bene a quelli che ci odiano, benedire quelli che ci maledicono, pregare per coloro che ci maltrattano, dare a chi ci chiede aiuto, prestare senza sperarne nulla, essere misericordiosi, non giudicare e non condannare; perdonare sempre (cf. Lc 6,27-30.35-38). Tutto questo distingue il cristiano dagli altri. Senza la grazia e senza il coraggio non possiamo arrivarci. Che Dio ci aiuti a camminare su questa via per essere veramente liberi e felici.  Radiosa giornata.

10 - Buongiorno per tutto il giorno. È bene e necessario fare l'introspezione per essere veri e liberi, per amare e riprendere. Solo chi ama cerca il bene dell'altro, lo corregge. Per farlo senza cattiveria, bisogna quindi togliere prima l'odio che c'è dentro di noi, esaminare se non abbiamo lo stesso errore o vizio. Se siamo nella stessa condizione di errore, cerchiamo di migliorare insieme aiutandoci (cf. Lc 6, 39-42). Non è sempre facile di entrare in se stesso per indagare l'interiorità. Anzi. Fa paura. Ma è una condizione indispensabile per camminare nella perfezione. Coraggio, non temere. Facciamo questo esercizio. "Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio?" (Lc 6,41). "Benedirò il Signore che mi dà consiglio" (sal 15,7a).  Buona giornata.

11 - Buongiorno del buon mattino. Il cristiano si distingue dagli altri con il suo comportamento. Il vero discepolo di Gesù Cristo si qualifica dai frutti, le opere buone e concrete. Le parole non valgono tanto. Non conta neppure l'invocazione esteriore a Dio se non è seguita dal compimento della sua volontà. Il Signore ci invita oggi a unire l'ascolto della sua Parola e la pratica. È costruire la sua casa sulle fondamenta solide (cf. Lc 6,43-49). Vi auguro ogni bene e buona fine settimana.  Felice giornata.

12 - Buongiorno nel giorno del Signore. La fede, di cui si parla nel Vangelo e nell'epistola di San Giacomo apostolo, va professata, vissuta e proclamata. Deve essere operativa. Non deve rimanere alle parole, ma passare ai fatti (cf. Gc 2,15-18). Pietro, a nome degli apostoli, professa la sua fede in Gesù affermando che Gesù è Cristo Signore. Il Messia deve soffrire la sua passione, essere schernito, morire per entrare nella sua gloria (Mc 8,31). Pietro, non accetta un tale Messia ed è trattato da Gesù da Satana con ragione perché si allontana dalla volontà di Dio (cf. Mc 8,32-33). E Gesù riprendendolo precisa la condizione del discepolo: deve prendere la sua croce e seguire Gesù (Mc 8,34).  Radiosa e Santa domenica.

13 - Buongiorno e buon inizio settimana. Il bene rimane ed è sempre ripagato, riconosciuto. La gente riconosce la bontà e la generosità del centurione e intercede per lui, proprio lui che si faceva avanti per chiedere a Gesù il favore della guarigione del suo servo (Lc 7,4-5). Chi ama si muove con amore e per amore. Anche l'umiltà conquista. "Signore, io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto... ma comanda con una parola e il mio servo sarà guarito" (Lc 7,6-7). La fede ottiene tutto (cf. Lc 7,10). Signore, io credo nella tua Parola. Pregare per tutti gli uomini è indispensabile. Ma pregare per quelli che hanno il potere è più doveroso perché si possa vivere tranquilli e sereni (cf. 1 Tm 2,1-2.8). Questa preghiera è necessaria in questo momento della storia.  Buona giornata.

14 - Buongiorno per tutto il giorno. Celebriamo oggi la festa dell'esaltazione della croce. La Croce di Cristo è paradossalmente misteriosa. Ha redento il mondo. Lo strumento di umiliazione e di morte per i romani è diventato per i cristiani segno di vittoria, di liberazione e di vita (Num 21,4-9). Il nostro orgoglio è nella croce di Cristo. Salvati da questa croce, viviamo da redenti, da risorti a una vita nuova. Contempliamola e scopriremo realmente le meraviglie dell'amore di Dio (cf. Gv 3,13-17).  Buona giornata.

15 - Buongiorno del buon mattino.  All'indomani dell'esaltazione della Santa Croce, la chiesa fa memoria della Beata Vergine Maria addolorata. La Vergine Maria ha conosciuto dei momenti particolari di dolore: la fuga in Egitto (Mt 2,14-15), la profezia di Simeone (Lc 2,34-35), lo smarrimento di Gesù a Gerusalemme (Lc 2,43-49), quando Maria e i famigliari vanno in cerca di Gesù (Lc 8,19-21) e sotto la croce durante la passione (Gv 19,25-27), senza sottolineare anche la via crucis. In tutti questi passaggi, Maria si è mostrata una donna di fede e di fiducia nella realizzazione del piano e dei misteri di Dio. Il "custodire tutto nel cuore" (Lc 2,51b) è anche un segno senza dubbio dell'abbandono e dell'interiorità. Con Maria, camminiamo nella fede. "In te, Signore, mi sono rifugiato, mai sarò deluso" (sal 30,2).  Felice giornata.

16 - Buongiorno per tutto il giorno.  'Abbi cura di te'. 'Veglia su te stesso'. Qui, abbiamo una esortazione per una formazione permanente e per una condotta degna dell'incarico conseguito. Nello svolgere la missione, essere perseveranti è essenziale. Un responsabile della comunità, come Timoteo, dev'essere di esempio nel parlare, nel comportamento e nell'insegnamento, nella fede, nella carità e nella purezza. Non deve trascurare il dono spirituale che è in lui, dono conferito con l'imposizione delle mani (cf. 2Tm 4,12-16). Da notare il fatto che anche un peccatore perdonato può avere una grande fede ed è veramente capace di amare (cf. Lc 7,36-50). Buon proseguimento del cammino.  Radiosa giornata.

17 - Buongiorno.  Preoccupato dalla perfezione di ogni credente e di ogni responsabile della comunità che il nome di Timoteo rappresenta, San Paolo esorta e raccomanda a Timoteo, uomo di Dio, a tendere alla giustizia, alla pietà, alla fede, alla carità, alla pazienza e alla mitezza. Deve combattere la battaglia della fede e raggiungere la vita eterna per la quale è stato chiamato e ha fatto la professione pubblica della fede (1 Tm 6,11-12). È un programma molto impegnativo, ma che indirizza alla gloria del cielo. Nella sequela di Gesù, c'erano tanti che seguivano questo ideale e tra questi i discepoli e alcune donne, liberate e guarite da Gesù, che lo servivano con i loro beni (cf. Lc 8,1-3). Queste donne si sono rese disponibili per aiutare. I beni che davano servivano per sostenere l'apostolato di Gesù e i bisogni degli apostoli. Bellissima azione concreta, discreta e notevole delle pie donne anche nella chiesa di oggi. Siano benedette.  Buona e felice  giornata.

18 - Buongiorno del buon mattino. San Paolo, rivolgendosi a Timoteo, ci parla e comanda: "Davanti a Dio e a Gesù Cristo, ti ordino di conservare senza macchia e in modo irreprensibile il comandamento, fino alla manifestazione del nostro Signore Gesù Cristo", lui l'unico sovrano, il Re dei re e Signore dei signori che abita nella luce e introduce i suoi amici in questa luce eterna (cf. 1Tm 6,13-16). Il comandamento da conservare è la Parola, il seme da coltivare con perseveranza e che produce dei frutti abbondanti. E il luogo della conservazione, è sempre il nostro cuore (cf. Lc 8, 5-15).  Buon fine settimana e radiosa giornata.

19 - Buongiorno nel giorno del Signore. Oggi, nel Vangelo, il Signore ci parla, ci insegna e vuole a tutti i costi rivelare ai suoi discepoli radunati il gran mistero della passione, morte e risurrezione, fonte della vita e centro della nostra fede. Se riusciamo a capire questo, non saremo più distratti nel cercare i primi posti, scopriremo il segreto dell'umiltà e cammineremo su questa strada, saremo disposti ad offrire a Dio la nostra piccola vita che ci resta sulla terra e a servire i fratelli, saremo pronti all'accoglienza dei piccoli, all'acquisto dell'innocenza dei bambini e all'abbandono nelle mani di Dio (cf. Mc 9,30-37). Radiosa e Santa domenica.

20 - Buongiorno e buon inizio settimana. Oggi iniziamo la lettura del libro di Esdra con la proclamazione solenne della liberazione del popolo di Israele da parte di Ciro, Re di Persia, un pagano ispirato da Dio. Ordina la ricostruzione del tempio di Dio a Gerusalemme (Esd 1 3-4). È un testo fondamentale per una presa di coscienza di appartenere al popolo di Dio e di partecipare alla ricostruzione del luogo della sua presenza. Da questo luogo santo, Gesù farà udire la sua prima predicazione pubblica (cf. Lc 4,16). Gesù è la luce che risplende nelle tenebre (cf. Lc 8,16). Ci illumini sempre. Seguiamo questa luce e glorifichiamo Dio Padre di tutti (cf. Mt 5,16). L'hanno saputo fare Andrea e i suoi compagni, martiri sud coreani ricordati oggi nella Chiesa che, con la loro testimonianza hanno subito il martirio. Intercedino per noi la grazia della costanza e della perseveranza nella fede.  Buona giornata.

21 - Buongiorno per tutto il giorno. L'occhio di Dio è pieno di compassione e di misericordia. Gesù vuole la salvezza di tutti, soprattutto degli esclusi e lontani. Egli chiama tutti alla conversione e inserisce un peccatore nel gruppo degli apostoli. È una meraviglia ed è il vero senso del comando: "Seguimi" (Mt 9,9). Continua ad accogliere i pubblicani e peccatori con un gesto significativo: mangia con loro. Non gli importa delle critiche (cf. Mt 9,10-11). Lui è solo animato da un desiderio: salvare la vita. Con la chiamata di Matteo, Gesù lo invita alla penitenza e ne celebra la riconciliazione con il padre (Mt 9,13). La finale del passo del Vangelo ci impegna per tutta la vita: "MISERICORDIA IO VOGLIO E NON SACRIFICI" (Mt. 9,13; cf. Os 6,6).  Buon cammino e radiosa giornata.

22 - Buongiorno per tutto il giorno. Il Signore non lascia mai il suo popolo. Anzi, lo guida, lo sostiene nelle situazioni difficili di miseria e l'accompagna piano piano sulla via della libertà e della pace. Suscita delle persone giuste per compiere la sua volontà. Tutto questo appare nella preghiera fiduciosa di Esdra (Esd 9,5-9). Dio non lascia mai il suo popolo senza sostegno della Parola e senza la presenza dei suoi mandati. Accanto alla Parola, ci sono altri segni che dimostrano la sua presenza, la venuta del suo regno. Tra l'altro, c'è il segno della pace, dono per chi l'accoglie e condanna per chi la rifiuta (cf. Lc 9,1-6). Lodiamo Dio per la guarigione fisica e spirituale operata dai suoi discepoli in favore della gente.  Buona giornata.

23 - Buongiorno del buon mattino.  Il rimprovero del profeta Aggeo è attuale oggi. Nella prima lettura che ci è proposta alla nostra meditazione leggiamo per due volte: "Riflettete sul vostro comportamento". "Così dice il Signore degli eserciti: "Riflettete bene sul vostro comportamento. Salite sul monte, portate legname, ricostruite la mia casa. In essa mi compiacerò e manifesterò la mia gloria... la mia casa è in rovina, mentre ognuno di noi si dà premura per la propria casa" (Ag 1,7-9). Convertici Signore. Facci amare la tua casa e la ricostruiremo. La casa del Signore è il nostro mondo, la chiesa e noi stessi. Buona meditazione e buona giornata.

24 - Buongiorno.  Incoraggiamento, benedizione e assicurazione da parte di Dio per la ricostruzione del tempio è un bel messaggio di speranza. Su, al lavoro... Io sono con voi, oracolo del Signore degli eserciti... il mio spirito sarà con voi, non temete... io riempirò questa casa della mia gloria... in questo luogo porrò la pace, oracolo del signore degli eserciti (cf. Ag 2,4-5.7.9). Cercare di abitare la casa del Signore tutti i giorni della nostra vita diventa allora un bel desiderio (sal 26,4).  Buona ricerca e radiosa giornata.

25 - Buongiorno per tutto il giorno.  Significativo oggi è il messaggio del profeta Zaccaria. L'esilio è finito. La città è ricostruita e il tempio, riedificato. Dio ritorna a Gerusalemme, rientra nel suo popolo e ne fa la sua dimora (cf. Zac 2,5-15). Il Signore sarà la sua gloria (cf. Zac 2,9b). Signore, prendi possesso di me e fammi capire anche che se la croce impressiona, è l'unica che redime dal peccato (cf. Lc 9,44-45).  Felice giornata e buon fine settimana.

26 - Buongiorno nel giorno del Signore.  Eliminare la gelosia, evitare di accusare, di respingere e di colpire. Accogliere, integrare, ammirare quello che si riesce a fare, incoraggiare e spingere avanti le buone iniziative, promuovere il dialogo e collaborare all'avvenimento del regno: Annunciare la Buona Novella (Profetizzare) e togliere il male in mezzo al popolo. Gioire con gli altri per quello che si fa di buono e di bello. Che bello. È vivere la novità del Vangelo in una comunità rinnovata. Il Signore distribuisce i suoi doni a chi vuole, come vuole e quando vuole per rinnovare la faccia della terra. "Infonderò il mio Spirito su ogni creatura e tutti diventeranno profeti", disse il Signore (Gioele 3,1). Tali sono i segni dell'amore misericordioso di Dio e della sua presenza che opera per il bene della gente, le sue creature. Troviamo questa luce nel libro dei numeri 11,25-29 e in Mc 9,28-49.  Santa domenica.

27 - Buongiorno e buon inizio settimana. Nel Vangelo odierno, riceviamo da Gesù una lezione di vita tutta particolare. In genere, gli uomini aspirano ad incarichi grandi, cercano di essere più grandi. Nel regno di Gesù, il più piccolo è il più grande (Lc 9,48). È un cambiamento di prospettiva e di visione. La logica di Dio è diversa da quella degli uomini. Apprezzare il bene realizzato dagli altri è un segno di maturità umana e cristiana molto importante. Bisogna evitare la gelosia, privilegiare l'integrazione e accogliere la grazia del dono, dell'accoglienza (Lc 9,49-50).  Buona e radiosa giornata.

28 - Buongiorno per tutto il giorno. Il mondo intero è in cerca della vita, della verità, di un appoggio sicuro. Allora s'informa, si costituisce in gruppetti per iniziare un cammino. Per il caso della prima lettura, abbiamo un verbo centrale: "Andare". Andiamo a Gerusalemme, luogo della presenza del Signore e di attrazione di tutti i popoli. Andare, cercare, trovare, supplicare sono verbi che mettono l'uomo in movimento per andare incontro al Dio degli eserciti (cf. Za 8,20-23). L'essenziale ci è rivelato. Dio è l'oggetto della nostra ricerca. Anche Gesù è diretto a Gerusalemme per andare incontro alla sua passione prima di entrare nella sua gloria, la gloria del Padre. Gesù rimprovera i discepoli che vogliono invocare il fuoco sulle persone. Invocare il fuoco e consumazione non è secondo lo Spirito di Gesù (cf. Lc 9,51-56). I discepoli devono essere purificati e trasformati. Accogliamo con docilità e gioia il rimprovero che fa vivere.  Radiosa giornata.

29 - Buongiorno per tutto il giorno. Gabriele, forza di Dio, è l'angelo dell’annunciazione. Michele, Dio protegge; Dio è con noi e combatte con noi le nostre battaglie. Raffaele, Dio guarisce; guarisce le infermità e dal peccato. Che il Signore visiti la nostra terra e la rinnovi con la sua presenza. Auguri ai Gabriele, Michele e Raffaele. Rallegriamoci per gli angeli che salgono e scendono sopra il figlio dell'uomo (cf. Gv 1,51) e quindi sempre presenti. La promessa sicura per quelli che vengono incontro al Signore è la visione del figlio dell'uomo circondato dagli angeli. Con questo evento, i discepoli avranno una prova Chiara riguardo alla divinità di Gesù.  Buon cammino e Felice giornata.

30 - Buongiorno. Gesù invia i suoi discepoli ad annunziare la consolazione e la pace (Lc 9, 5.9a). Questa è l'urgenza dell'annuncio: "il regno di Dio è vicino" (Lc, 9,9b.11b). Dopo l'esilio, si riprende la consapevolezza dell'identità ebraica. Il tempio è ricostruito e la legge del Signore è ascoltata nel tempio (cf. Neemia 8,1-4.5-6.7-12). E noi? A che punto siamo? È il momento di verifica di come ascoltiamo, come ci impegniamo concretamente ed esprimiamo la nostra fede...  Buona e radiosa giornata.

 

———— 

AMICI ON LINE

Via Dante 1

21050 - CASTELSEPRIO (VA)

 

Codice Fiscale 91063050123

 

< Il Consiglio Direttivo >

Dr.ssa Graziani Cinzia - Presidente

Rebbia Emilia - Vice Presidente

Zaffaroni Annamaria - Tesoriere

Banfi Giordano - Segretario

Colombo Antonio - Consigliere

Gallazzi Franca Rosa - Consigliere

Milazzo Lucia - Consigliere

_______________________

 

E- mail:  info@asbdoncrispino.org

 

Sito web e FaceBook: www.asbdoncrispino.org 

 

Telefoni: 

Collaboratori:

Anna tel. 3933659049 

Antonio tel. 3280827857

Emilia tel. 3491354591

Giordano tel. 3334380903

__________________________

 

C.F.  91063050123

 

Coordinate bancarie:  

 

BPER Banca

filiale di Cairate (VA) 

IBAN: IT 37 L 05387 50050 0000 4246 1300

intestato a:
"Associazione Amici Sostenitori dei Bambini di Don Crispino Odv"

  

 

 

Modalità di erogazione:
Il donatore, per ottenere un risparmio d’imposta

(da detrazione o da deduzione),
deve effettuare l’erogazione tramite mezzi rintracciabili: Bonifici o assegni.
La donazione in contanti non consente alcuna agevolazione fiscale.